Parole chiave

Interventi autonomi

Lavori edili non di mera prosecuzione. Un intervento č considerato autonomo in base agli elementi riscontrabili in via di fatto e all’espletamento degli adempimenti amministrativi per l’attivitā edilizia, se richiesti (per esempio, denuncia inizio attivitā e il collaudo o dichiarazione di fine lavori). Va anche autonomamente certificato dalla documentazione richiesta dalla normativa vigente. Non occorre che trascorra un periodo minimo tra gli interventi per considerarli autonomi e per beneficiare per entrambi di un limite di 96.000 euro ciascuno (circolare 24 aprile 2015, n. 17/E).

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Intervento |

Ultime notizie su Interventi autonomi

    Il sisma bonus include le ristrutturazioni

    Detrazione ripartita esclusivamente in cinque anni, con limite di spesa unico (attualmente pari a 96mila euro per immobile) da considerarsi congiuntamente alle eventuali altre spese di recupero edilizio ma cumulabile con il limite autonomo previsto per la riqualificazione energetica. Sono queste

    – di Giorgio Gavelli