Parole chiave

Inflazione

Si ha «inflazione» quando si assiste ad un aumento costante dei prezzi di beni e servizi, che causa una diminuzione del potere di acquisto della moneta. Secondo le teorie quantitative, un aumento della moneta in circolazione causa un aumento dei prezzi e la diminuzione del potere di acquisto della moneta stessa. Questa teoria si basa sul fatto che in un mercato circola una quantità di moneta di valore pari a quello delle merci e dei servizi scambiati in quel determinato momento. Si parla di “iperinflazione” quando l’inflazione mensile supera il 50%. Si parla di “deflazione”, invece, quando si assiste a una diminuzione del livello generale dei prezzi. Si parla di “disinflazione” quando l’inflazione diventa molto bassa o nulla.

Ultimo aggiornamento 12 novembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Inflazione | Diminuzione del potere di acquisto |

Ultime notizie su Inflazione

    Draghi: le dieci grandi sfide del 2019, ultimo anno da presidente Bce

    Ma la moderazione della crescita in Europa, per ora non allarmante e senza rischio di recessione, potrebbe essere tale nel 2019 da non portare più l'inflazione al target, "un livello inferiore ma prossimo al 2% nel medio termine" e dunque a non consentire il rialzo dei tassi.

    – di Isabella Bufacchi

    Il discorso del presidente del Consiglio Giuseppe Conte

    Hanno creduto che l'euro sarebbe stato in grado di risolvere tutti i loro problemi cronici: l'alta inflazione, una moneta debole, il debito pubblico. ... Il prezzo da pagare per avere una moneta stabile e una bassa inflazione è stato un debito pubblico crescente, nonostante si richiedesse continuamente di stringere la cinghia per mantenere la spesa pubblica primaria (al netto della spesa per interessi) costantemente al di sotto delle entrate fiscali.

    Banche centrali, meglio se indipendenti. Ma il linguaggio dell'economia va rinnovato

    L'indipendenza delle banche centrali, oltre a essere una forma di tutela della democrazia, serve a proteggerci dagli aumenti spropositati dell'inflazione. Anzi, è stato dimostrato che tanto più una banca centrale è indipendente, quanto più l'inflazione è adeguatamente contenuta. ... Stabilità dell'inflazione significa anche e soprattutto migliore qualità dell'economia reale: la fiducia dei cittadini e degli investitori si consolida, le imprese possono permettersi proiezioni di medio-lungo termine...

    – Francesco Mercadante

    La Bank of Japan taglia le stime di inflazione. Yen in calo sul dollaro

    ...sue stime su Pil e inflazione. Secondo le nuove stime l'inflazione nel 2019 si assesterà allo 0,8% dallo 0,9% previsto in ottobre, per via della flessione delle quotazioni petrolifere, e nel 2019 salirà allo 0,9% rispetto all'1,4% delle stime precedenti.

    – di Andrea Franceschi

    Davos, Abe presenta il prossimo G20: in agenda la riforma Wto

    Abe torna a Davos dopo 5 anni: ha sottolineato anzitutto i progressi del suo governo nel rilanciare l'economia e porre fine alla deflazione grazie alla sua "Abenomics" (l'inflazione in Giappone resta però ben sotto il target del 2%: oggi la Banca del Giappone ha abbassato ulteriormente le stime sui prezzi al consumo, confermando inoltre la politica economica ultraespansiva).

    – dal nostro inviato Stefano Carrer

    Perché la Bce resterà molto prudente sui tassi

    Inflazione ancora sotto tono ... L'andamento dell'inflazione rende un prolungamento dei tassi a zero una scelta percorribile. I prezzi dell'energia hanno rallentato – e questo è anche un aiuto ai salari reali e alla crescita – contenendo l'inflazione complessiva, mentre l'inflazione core continua a muoversi in modo molto lento: nel lungo periodo la sua media dovrebbe avvicinarsi all'obiettivo del 2% - come è avvenuto prima della grande recessione –...

    – di Riccardo Sorrentino

    Borse, pesa stallo dialogo Usa-Cina. A Piazza Affari (-0,2%) Juventus ancora in rally

    I timori per il difficile andamento dei negoziati sui dazi tra Usa e Cina e il «giallo» sulla cancellazione, poi smentita, degli incontri tra i due Paesi hanno messo il freno alle Borse europee, che hanno chiuso la seduta intorno alla parità, con la sola eccezione di Madrid (leggi qui i principali

    – di Andrea Fontana ed Enrico Miele

    Lo zoo della finanza/Falchi e colombe

    Il falco è un animale guardingo e diffidente, così come lo sono i banchieri centrali nel momento in cui temono un'eccessiva crescita dell'inflazione e, quindi, per premunirsi operano delle strette monetarie.

1-10 di 14848 risultati