Parole chiave

Inesistenza soggettiva

Riguarda operazioni avvenute e documentate con fattura in cui, però, il cedente o il prestatore - e quindi l'emittente il documento fiscale - non è quello reale. In questi casi l'acquirente potrebbe non essere a conoscenza della falsità non sapendo, per esempio, se il venditore aveva una struttura idonea o meno per fornire il beni o il servizio fatturato. Nell'inesistenza oggettiva, invece, è proprio l'operazione al centro della fatturazione che non è mai avvenuta e quindi il coinvolgimento dell'acquirente è evidente in quanto contabilizza un costo a fronte di un bene o servizio mai ricevuto.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Consumatori | Acquirente |