Parole chiave

Indeducibilità dei costi

Si tratta di uno dei principi chiave su cui si basa il nuovo regime fiscale relativo alle auto aziendali assegnate in uso ai soci di un'impresa, quando questi non siano dipendenti o amministratori, per un corrispettivo annuo inferiore al valore di mercato. La misura, con una connotazione antielusiva, è contenuta nell'articolo 2 del Decreto legge n. 138 del 2011 e ha come obiettivo quello di contrastare il costume di concedere ai soci - o ai loro familiari - beni relativi all'impresa, a condizioni però diverse da quelle che caratterizzano normalmente il mercato.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Socio |

Ultime notizie su Indeducibilità dei costi

    Abiti deducibili dai collaboratori se l'azienda impone un «dress code»

    La sentenza della Commissione tributaria provinciale di Milano n. 6443/40/16 del 22 luglio 2016, riguardante la nota showgirl Belen Rodriguez, sancisce la deducibilità al 50% dal reddito di lavoro autonomo dei costi per l'abbigliamento utilizzato durante le prestazioni professionali, offrendo

    – di Elettra Bandi (in collaborazione con UGDCEC-Milano, Commissione studi fiscalità nazionale e internazionale)

    La voluntary 2.0 nel labirinto di black e white list

    La Svizzera è un Paese da black o white list? E chi opera con Hong Kong ha a che fare con una giurisdizione fiscale trasparente o no? Non sono questioni da poco, ora che si riapre la possibilità della voluntary disclosure. Perché l'accavallarsi dei trattati, delle intese bilaterali e degli impegni

    – di Antonio Longo, Mauro Meazza e Antonio Tomassini

    Agenzia Entrate: addio black list, deducibilità è ordinaria

    A partire dal 2016 la deducibilità dei costi dice addio al concetto di black list e le operazioni intercorse con Paesi a fiscalità privilegiata seguono i principi ordinari. Non esistono più l'obbligo della separata indicazione dei costi in dichiarazione e la relativa sanzione. Per gli anni

    – della redazione

    Scommessa su Singapore per conquistare l'Asia

    Una Città-Stato certo molto cara, ma in grado di offrire garanzie senza pari nella regione (e non solo) in termini di stabilità del sistema normativo, trasparenza e apertura all'attività di impresa: Singapore ha pochi rivali come hub per operare sui mercati asiatici. Ancora di più in vista

    – Gianluca Di Donfrancesco

    Agevolazioni su misura se il progetto è strategico

    Singapore offre politiche di incentivazione degli investimenti competitive e rappresenta una piattaforma avanzata per imprese che intendano operare nel Sud-Est asiatico. Dalla metà del 2015, è uscita dalle black list sulla indeducibilità dei costi e sulle Cfc (le controllate estere stabilite nei

    – di Dario Acconci e Chiara Ortolani

    Voluntary disclosure, proroga nei termini per la richiesta

    VOLUNTARY DISCLOSURE : PROROGA NEI TERMINI PER LA RICHIESTA Il termine per l'adesione alla voluntary disclosure slitta al 30 novembre con possibile integrazione dell'istanza entro il 30 dicembre. La proroga, spiega il Governo, in presenza di un numero molto elevato di richieste di adesione

    Il nuovo fisco per le imprese: attività internazionali, tassazione più chiara

    Il decreto legislativo 147 su internazionalizzazione e crescita delle imprese è un provvedimento di largo respiro che mira a rendere più certe le regole tributarie per le imprese che esercitano un'attività internazionale. Certezza delle regole che si accompagna alla necessità per il legislatore

1-10 di 131 risultati