Parole chiave

Imu

Con la riforma del federalismo fiscale, è stata introdotta l'Imposta municipale unica (Imu) che ha sostituito sia l'Irpef sui redditi fondiari delle seconde case, sia l'Ici, vale a dire l'Imposta comunale sugli immobili, introdotta nel 1992 (in una prima versione come Imposta straordinaria sugli immobili). Con il decreto salva-Italia è stato deciso di anticiparne l'entrata in vigore al 2012. Il provvedimento, varato dal Governo Monti, aveva inoltre stabilito che l'Imu venisse reintrodotta anche per la prima abitazione: l'aliquota base, in questo caso, era stata fissata al 4 per mille, modificabile dai sindaci in alto o in basso del 2 per mille. Il Governo Letta ha dapprima sospeso fino al 31 agosto il pagamento della prima rata dell'imposta e ora poi lo ha definitivamente cancellato . La Legge di stabilità 2016 , infine, ha cancellato, l'Imu sulla prima casa, sui terreni agricoli e sugli imbullonati.

L’Imu deve essere pagata dal possessore (cioè chi ha la proprietà o altro diritto reale) di immobili, escluse le abitazioni principali, i terreni agricoli di coltivatori diretti e Iap, quelli ricadenti in aree montane e quelli ubicati nelle isole minori.

Ultimo aggiornamento 05 giugno 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Decreto | Imposta municipale unica | Governo Letta | Governo Monti |