Parole chiave

Imu

Con la riforma del federalismo fiscale, è stata introdotta l'Imposta municipale unica (Imu) che ha sostituito sia l'Irpef sui redditi fondiari delle seconde case, sia l'Ici, vale a dire l'Imposta comunale sugli immobili, introdotta nel 1992 (in una prima versione come Imposta straordinaria sugli immobili). Con il decreto salva-Italia è stato deciso di anticiparne l'entrata in vigore al 2012. Il provvedimento, varato dal Governo Monti, aveva inoltre stabilito che l'Imu venisse reintrodotta anche per la prima abitazione: l'aliquota base, in questo caso, era stata fissata al 4 per mille, modificabile dai sindaci in alto o in basso del 2 per mille. Il Governo Letta ha dapprima sospeso fino al 31 agosto il pagamento della prima rata dell'imposta e ora poi lo ha definitivamente cancellato . La Legge di stabilità 2016 , infine, ha cancellato, l'Imu sulla prima casa, sui terreni agricoli e sugli imbullonati.

L’Imu deve essere pagata dal possessore (cioè chi ha la proprietà o altro diritto reale) di immobili, escluse le abitazioni principali, i terreni agricoli di coltivatori diretti e Iap, quelli ricadenti in aree montane e quelli ubicati nelle isole minori.

Ultimo aggiornamento 05 giugno 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Decreto | Imposta municipale unica | Governo Letta | Governo Monti |

Ultime notizie su Imu

    Perugia, 10 candidati in corsa per la poltrona di palazzo dei Priori

    C'è un forte dibattito sulle tasse locali dopo che uno studio di Cna Umbria ha messo in luce che nei primi 20 comuni dell'Umbria si registra un vero «salasso» sul fronte della tassazione locale e non solo: negli ultimi otto anni ha segnato +43% l'addizionale Irpef, +112% l'Imu/Tasi sui laboratori artigiani, +94% sugli opifici e +36% la Tari.

    Irpef, 600 Comuni hanno già aumentato le addizionali

    Lo sblocco delle addizionali deciso dall'ultima legge di bilancio ha prodotto aumenti dell'Irpef in 600 Comuni. In 59 casi l'addizionale debutta dove prima non c'era, e altri 59 sindaci hanno provato a ritoccare le aliquote ma sono arrivati in ritardo con le delibere. I numeri che emergono

    – di Gianni Trovati

    Identità digitale, Spid a quota 4 milioni. La nuova guida ai servizi

    Da pochi giorni il numero di utenti con Spid, le credenziali del Sistema pubblico dell'identità digitale, ha superato quota 4milioni, a quanto risulta dal monitoraggio tenuto dal Team Digitale presso la presidenza del Consiglio (Avanzamentodigitale.italia.it). E' un buon recente progresso rispetto

    – di Alessandro Longo

    Dalla cedolare secca alla fattura elettronica, via libera alle semplificazioni fiscali

    Primo via libera al pacchetto di semplificazioni fiscali M5s-Lega. Si tratta di misure calibrate per ridurre al minimo oneri amministrativi e adempimenti a carico dei contribuenti: dal plafond per l'Iva dei soggetti in regime di split payment a una procedura meno complicata per le dichiarazioni

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Dal fisco alla pornografia, crescono le procedure di infrazione Ue contro l'Italia

    Erano state dimezzate sotto agli ultimi due governi. Sono tornate a salire dall'insediamento dell'esecutivo di Giuseppe Conte. Le procedure di infrazione, il meccanismo europeo che scatta quando uno stato membro viola le disposizioni Ue, sono passate nell'arco di un anno di governo Lega-Cinque

    – di Alberto Magnani

    Tre modi diversi di sbagliare una patrimoniale

    Quando ci sono manovre "lacrime e sangue" in vista e un clima politico da campagna elettorale, puntualmente rispunta la "patrimoniale". Una parola che fa spavento, soprattutto perché quasi mai si chiarisce in che cosa dovrebbe consistere esattamente. Ecco tre possibili declinazioni.

    – di Alessandro Penati

    Turismo, giro di vite sull'abusivismo e riformulazione dell'imposta di soggiorno

    Giro di vite del governo sull'abusivismo in ambito turistico e soprattutto sull'offerta ricettiva presente sulle piattaforme Internet, e al tempo stesso avvio della riformulazione dell'imposta di soggiorno. Il ministro delle Politiche agricole e turismo, Gian Marco Centinaio, intervenendo a Capri,

    – di Vincenzo Chierchia

    Imu e comodato

    Dal 2019 la riduzione del 50% dell'Imu prevista per le abitazioni concesse, con contratto di comodato registrato, a parenti in linea retta di primo grado, si estende "in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest'ultimo in presenza di figli minori".

    Il cortocircuito delle tasse sugli immobili

    Tra i suoi tanti primati - rigorosamente negativi - la tassazione immobiliare in Italia vanta anche la singolare peculiarità di scontentare "quasi" tutti. In effetti, se si esclude il caso, o forse dovremmo dire l'anomalia dell'abitazione principale, di motivi per stare allegri se ne vedono davvero

    – di Salvatore Padula

1-10 di 6663 risultati