Parole chiave

Imposte differite

Sono le imposte stanziate in bilancio per riflettere il principio di competenza. Generalmente, infatti, le imposte correnti non coincidono con le imposte di competenza dell’esercizio. Se queste differenze sono destinate ad annullarsi negli esercizi successivi si parla di differenze temporanee. Le differite attive e passive rappresentano, rispettivamente, le imposte sul reddito recuperabili e quelle dovute negli esercizi futuri, ambedue riferibili alle differenze temporanee deducibili (incluse le perdite fiscali riportate a nuovo) e imponibili.

Ultimo aggiornamento 12 marzo 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Differenze temporanee |