Parole chiave

Guerra delle valute

Per guerra delle valute si intende in genere una fase in cui i paesi adottano in competizione tra loro una svalutazione della propria moneta per guadagnare quote di mercato. Negli anni 30, quando scattò per l’ultima volta, il risultato fu che le ritorsioni reciproche - anche su dazi e tariffe - fecero perdere terreno a tutte le economie. Negli anni successivi alla Grande recessione del 2008-09 si è tornato a parlare di Guerra delle valute perché le politiche monetarie ultraespansive avevano effetti anche sui cambi: il deprezzamento della valuta era un effetto eventuale, non sicuro, delle scelte delle banche centrali che veniva considerato favorevole e benvenuto per esportazioni e inflazione. I risultati, come nel caso di Giappone ed Eurolandia, non sono sempre stati esaltanti.

Ultimo aggiornamento 02 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Mercato dei cambi | Guerra delle valute |

Ultime notizie su Guerra delle valute

    Fed e Bundesbank: un doppio confronto per la Bce «pandemica»

    L'autorità monetaria di Francoforte entra in una nuova fase, segnata dalla sfida della nuova strategia monetaria degli Usa e dalla ripresa dell'opposizione «rigorosa» della banca centrale tedesca

    – di Riccardo Sorrentino

    Lo yuan resterà debole, ma non «manipolato»

    Quota 6,94 è già stata infranta il 18 ottobre, anche se solo in un minimo di giornata. E la soglia psicologica di 7 yuan per un dollaro, mai superata dal 2008, è sempre più vicina, soprattutto dopo l'ultimo dato sul Pil cinese, che nel terzo trimestre è cresciuto del 6,5%, meno delle attese. Per

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Dazi, ecco il portafoglio a prova di guerra commerciale

    La vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali Usa è stata inizialmente accolta molto bene dai mercati. Soprattutto per il maxi piano di stimoli fiscali promesso dal candidato repubblicano. Per tutto il 2017 gli investitori hanno guardato soprattutto al bicchiere mezzo pieno della riforma

    – di Andrea Franceschi

    L'arma di Europa e Giappone contro il rischio dazi si chiama superdollaro

    La tregua sui dazi tra Europa e Stati Uniti durerà fino al 1� giugno. Donald Trump ha infatti deciso di rinviare fino ad allora i dazi protettivi su acciaio e alluminio contro numerosi alleati, a cominciare, appunto, dall'Unione europea. Le pressioni di Angela Merkel, Emmanuel Macron e Theresa May

    – di Andrea Franceschi

    La guerra valutaria nella ritirata della liquidità

    Sono i mercati valutari che guardano con apprensione alle mosse delle banche centrali, oppure sono le banche centrali che guardano con apprensione alle mosse dei mercati valutari? Come un gioco di specchi, valute e politiche monetarie si trovano a interagire e a intralciarsi le une con le altre:

    Fed-Bce, così la «guerra delle valute» continua sottotraccia

    Una settimana fa Mario Draghi correggeva la rotta della politica Bce togliendo l'ipotesi di un ulteriore abbassamento dei tassi dal ventaglio delle decisioni e l'euro per tutta risposta perdeva lo slancio mostrato nelle settimane precedenti. Ieri la Fed alzava il costo del denaro e il dollaro

    – di M. Cellino

1-10 di 303 risultati