Parole chiave

Grey lending

Si definisce così il credito "informale", al di fuori del canale bancario ufficiale. Vede i privati - società, consorzi o anche famiglie - prestare denaro proprio oppure girare a terzi quello ottenuto in prestito dalle banche, a tassi di interesse molto più elevati rispetto a quelli delle banche, se non addirittura di usura. In Cina questa forma di credito, teoricamente illegale, è sempre stata tollerata e ha favorito anche il decollo delle piccole e medie imprese private, principali beneficiarie di questi finanziamenti. Ora però il fenomeno è in netta ascesa, favorito dalla stretta monetaria di Pechino, che complica i finanziamenti delle pmi e dall'appetibilità per i creditori, che - è stato stimato - possono aspirare a interessi annuali del 36-60%, in un periodo in cui gli investimenti alternativi sono poco redditizi. Il rovescio della medaglia è la difficile esigibilità dei crediti

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Cina |

Ultime notizie su Grey lending
    • Il credito privato allarma la Cina

      Boom di prestiti a tassi elevati che rischiano di essere inesigibili - RISCHIO BOLLA - Le famiglie si improvvisano banchieri per le Pmi a corto di fondi. E' una zona grigia illegale da sempre tollerata ma ora finita fuori controllo

      – Luca Vinciguerra