Parole chiave

Globalizzazione

Definizione con cui si vuol sintetizzare il processo di interdipendenze economiche, sociali, culturali, politiche e tecnologiche i cui effetti positivi e negativi hanno una rilevanza di scala mondiale, tendendo a uniformare il commercio, le culture, i costumi e il pensiero. Il termine è utilizzato prevalentemente in riferimento agli aspetti economici delle relazioni fra popoli e aziende multinazionali, ma soprattutto dagli anni Ottanta sta a indicare le complesse interazioni fra i popoli su scala mondiale

Ultimo aggiornamento 05 marzo 2018

Ultime notizie su Globalizzazione

    Il grosso problema dello Stato minimo con l'economia di mercato

    Articolo di Ivan Giovi (laureando in economia all'università Cattolica del Sacro Cuore), Andrea Muratore (Business Analyst in Accenture) e Lucio Mamone (dottorando in filosofia alla Goethe Universität di Frankfurt am Main), collaboratori di Kritica Economica e analisti presso l'Osservatorio Globalizzazione -

    – Econopoly

    Potere. Piattaforme e politica

    La tecnologia digitale, interpretata come grande infrastruttura della globalizzazione finanziaria e commerciale, ha aderito alla complessità crescente del sistema economico mondiale, dapprima accelerandola ulteriormente e in seguito offrendo una modalità per gestirla: nata da un'architettura molto distribuita come internet, l'infrastruttura digitale è evoluta nel senso della centralizzazione, con poche aziende in grado di controllare la gran parte dei flussi di traffico e attenzione.

    – Luca De Biase

    Perché il "reshoring" è la risposta a un mondo post virus, ma deve passare per l'Europa

    Alcuni sostengono addirittura che il reshoring non sia ormai più una mera opzione, ma vada considerata una vera e propria condizione necessaria per la sopravvivenza del sistema economico e sociale, per conciliare globalizzazione e sostenibilità. ... La globalizzazione ha però avuto effetti redistributivi che vanno contrastati con una riqualificazione dell'intervento pubblico: c'è bisogno di uno Stato stratega che garantisca la fornitura di beni pubblici, riduca l'incertezza per...

    – di Andrea Goldstein

    Ai Report - L'etica dell'intelligenza artificiale: al centro del dibattito di imprese, università e istituzioni: il punto di vista di Francesca Rossi, esperto per la Ce e AI Ethics Global Leader IBM

    Dottoressa Rossi, ci aiuti a inquadrare lo status dell'intelligenza artificiale (Ai): da una parte c'è, per esempio, la Pontificia Accademia per la Vita, Ibm, Microsoft, la Fao e il Governo italiano che firmano un documento per l'etica dell'Ai o l'High Level Expert Group (Hleg ) (English here) Commissione Europea (CE) che pubblica le linee guida per una Ai affidabile. Dall'altra, l'utilizzo di Ai diretta sia ai consumatori sia nel mondo produttivo sta esplodendo. Il Covid-19 è stato scoperto da ...

    – Guiomar Parada

    Partita europea per conciliare globalizzazione e sostenibilità

    Alcuni sostengono addirittura che il reshoring non sia ormai più una mera opzione, ma vada considerata una vera e propria condizione necessaria per la sopravvivenza del sistema economico e sociale, per conciliare globalizzazione e sostenibilità. ... La globalizzazione ha però avuto effetti redistributivi che vanno contrastati con una riqualificazione dell'intervento pubblico: c'è bisogno di uno Stato stratega che garantisca la fornitura di beni pubblici, riduca l'incertezza per...

    – di Andrea Goldstein

    I sette nodi economici che mettono a rischio la democrazia

    I governi non devono rinunciare alla globalizzazione e devono impegnarsi a: 1) mantenere l'economia aperta e le pressioni concorrenziali che ne conseguono; 2) (de-)regolamentare i mercati dei prodotti (product markets); e 3) stimolare la crescita della produttività rimuovendo le barriere protettive all'ingresso, in particolare nel settore dei servizi.

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    La rotta per il buon governo

    Gli argomenti, solo per citarne alcuni, vanno dai sovranisti e la globalizzazione alla crisi o rinascita dello Stato, dalle ragioni per ritenere l'Europa ormai un (felice) punto di non ritorno all'analisi di come la Costituzione abbia retto alla prova dei decenni, dallo svelamento dei luoghi comuni più frusti della democrazia populistico-corporativa e della contrapposizione tra élite e popolo, fino alle spiegazioni per cui ci troviamo oggi in una società «scoraggiata e rancorosa».

    – di Carlo Melzi d'Eril e Giulio Enea Vigevani

1-10 di 5378 risultati