Parole chiave

Fus

Il Fondo unico per lo spettacolo (Fus) è il meccanismo utilizzato dal governo per il sostegno pubblico nei settori del mondo dello spettacolo (cinema, teatro, musica, ecc). Il Fondo, creato nel 1985 (legge n. 163), la cui dote sarà riportata a oltre oltre 400 milioni di euro grazie ai 149 milioni stanziati dal nuovo Dl varato dal governo, dovrà dunque fornire sostegno finanziario ad enti, istituzioni, associazioni, organismi e imprese dello spettacolo.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Spettacolo |

Ultime notizie su Fus

    La cultura al tempo del cambiamento

    1. Fus. ... Questa vicenda non lascia affatto ben sperare sul futuro di un FUS pur aumentato nella sua consistenza, sempre che il Fondo stesso continui ad esistere e non si decida invece per una sua completa revisione (già variamente annunciata). ... Oltre al già consistente finanziamento del Fus, le Fondazioni lirico-sinfoniche si vedono assegnare altri 12,5 milioni di euro per "le azioni e i progetti" proposti "avuto riguardo esclusivamente alla riduzione del debito...

    – di Daniele Donati*

    Bonus cultura: gli insegnanti preferiscono Baglioni, 18App «premia» Sfera Ebbasta

    Spera si è soffermato anche sul Fondo unico per lo spettacolo: «Aver introdotto la triennalità del Fus tarpa le ali a chi ha bisogno di crescere e non ha la struttura, c'è tutto un mondo dell'arte, della cultura, dello spettacolo che non ha... Per come ha funzionato fino a oggi il Fus, non c'è una verifica sul lavoro fatto: esiste nominalmente un osservatorio, ma è difficile sapere che cosa è stato realizzato coi fondi attribuiti ai vari settori.

    – Francesco Prisco

    Starbucks a Milano. Sicuri che possiamo parlare di "globalismo"?

    Era inevitabile che l'apertura del negozio Starbucks in centro a Milano attirasse l'attenzione di media e social network. Effettivamente, lo sbarco a Milano di un'altra multinazionale così nota si presta a molteplici reazioni, dopo la nascita di un Governo, quello "gialloverde", che di certo fa del cosiddetto "globalismo" uno dei suoi bersagli preferiti. E da questo punto di vista non sono tardate le frecciate sui social da parte di esponenti, a vario titolo, di quel vasto schieramento che da t...

    – Leonardo Dorini

    "Dopo anni ho bevuto un caffé in pace": la prima paziente della macchina che attenua i tremori del Parkinson (e le risposte alle domande più comuni)

    "La prima paziente trattata è una signora di circa 60-70 anni, il cui tremore all'arto superiore destro si è ridotto di un circa 80-90% e che, citando le sue parole 'dopo molti anni, si è potuta bere un caffè in pace, è riuscita a firmare come una volta ed è riuscita di nuovo a scrivere con la sua grafia". La notizia del macchinario sanitario in grado di eliminare in tutto o in parte, nell'80% dei pazienti trattati, i gravi tremori provocati dal morbo di Parkinson - lavorando senza nessuna inva...

    – Barbara Ganz

    Rai, Mediaset, Sky e il mercato televisivo spiegato in cinque grafici

    Il settore radiotelevisivo sembra aver riassorbito il colpo della crisi e volta pagina. I dati elaborati da R&S Mediobanca sui bilanci 2012-2016 (e i primi numeri sul 2017) dei principali 5 operatori tv italiani mostrano ricavi in crescita nel 2016 rispetto all'anno prima, anche se a prevalere è l'effetto canone che impatta positivamente sui ricavi Rai, dopo l'inserimento nella bolletta elettrica proprio a partire dal 2016. Già dal 2017, però, tornerà il segno meno. Trend positivo, comunque, anc...

    – Chiara Di Cristofaro

    Allianz nuovo socio della Scala. Solo il Met fa meglio per fondi privati

    Un nuovo socio fondatore permanente per la Scala di Milano. Con l'ingresso di Allianz Italia sale a dodici il numero di soci che contribuiscono alle attività della Fondazione con un minimo di 6 milioni di euro ciascuno(in cinque anni) e che, insieme con gli altri soci e partner privati della

    – di Giovanna Mancini

    Il mercato televisivo spiegato in cinque grafici

    Il settore radiotelevisivo sembra aver riassorbito il colpo della crisi e volta pagina. I dati elaborati da R&S Mediobanca sui bilanci 2012-2016 (e i primi numeri sul 2017) dei principali 5 operatori tv italiani mostrano ricavi in crescita nel 2016 rispetto all'anno prima, anche se a prevalere è l'effetto canone che impatta positivamente sui ricavi Rai, dopo l'inserimento nella bolletta elettrica proprio a partire dal 2016. Già dal 2017, però, tornerà il segno meno. Trend positivo, comunque, anc...

    – Chiara Di Cristofaro

1-10 di 245 risultati