Parole chiave

Fratelli musulmani

Il movimento islamista dei Fratelli musulmani è nato nel 1928 per iniziativa di Hassan el-Banna, per anni è stato la principale forza di opposizione in Egitto senza essere riconosciuto dallo Stato. I Fratelli musulmani si sono opposti alla secolarizzazione delle nazioni islamiche, in favore di un'osservanza più rigida del Corano. Dalla Fratellanza egiziana derivano tutte le altre organizzazioni diffuse sul piano internazionale e alcune sette estremiste. Dopo la rivoluzione del 2011 in Egitto e la caduta di Mubarak, i Fratelli musulmani sono stati riconosciuti. Il gruppo ha sostenuto il referendum costituzionale del marzo del 2011 e ha fondato il partito Libertà e giustizia. Nelle elezioni di settembre ha ottenuto 235 seggi. Alle presidenziali di quest'anno, le prime in Egitto, il leader del gruppo Mohamed Morsi ha vinto con il 51,73% dei voti.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Fratelli musulmani | Egitto | Hassan el-Banna | Mohamed Morsi | Libertà |

Ultime notizie su Fratelli musulmani

    Tripoli bel suol d'amore

    Da un tempo esagerato per governi che devono decidere cosa fare con un problema molto importante, noi e i francesi ci accapigliamo per la Libia. Come se quel tempo fosse infinito, come se ancora le vecchie potenze - loro più potenza di noi - potessero in qualche modo dettare i loro interessi sulla quarta sponda, ed essere ascoltati. Mentre litigavamo, davanti a nostri occhi i paesi arabi della regione sceglievano il loro campione libico in Tripolitania o Cirenaica, e lo riempivano di armi, cann...

    – Ugo Tramballi

    Democrazia Cinese

     Se questa non è una potente luce di speranza in un mondo -a Est e a Ovest - pieno di autoritarismo, razzismo e demagoghi, come altro vogliamo chiamarlo? A Hong Kong la maggioranza silenziosa non ha votato per l'ordine, la disciplina nazionale e il conservatorismo di Pechino ma al contrario: ha scelto gli oppositori al sistema, la democrazia, la forte autonomia dal tentacolare potere della Cina continentale, la libertà di espressione. La limpidezza dei dati non consente interpretazioni. Si vota...

    – Ugo Tramballi

    Le nuove primavere pacifiche e incerte del mondo arabo

    Dalle coste del Nord Africa, passando per il Libano, arrivando fino all'Iraq, milioni di arabi sono scesi in piazza da mesi. La protesta è, nella maggior parte dei casi, pacifica. L'esito incerto. I nuovi rivoluzionari sanno che devono aver pazienza. Perché questa volta lotteranno da soli. Memori di quanto avvenuto nel 2011, i Paesi occidentali appaiono reticenti ad appoggiare la loro causa

    – di Roberto Bongiorni

    Metodo Regeni

    Notizie più importanti richiedono l'attenzione internazionale. Una di queste è la richiesta d'impeachment contro Donald Trump che anche i democratici giustamente più riluttanti hanno deciso di sostenere: giustamente riluttanti perché negli unici due precedenti (Andrew Johnson 1868, Bill Clinton 1998) l'incriminazione ha portato politicamente fortuna a chi l'ha subita. Ma se verrà dimostrato, ciò che Trump avrebbe commesso è imperdonabile: avere preteso dal presidente ucraino l'apertura di un'in...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 905 risultati