Parole chiave

Fabbrica Italia

Fabbrica Italia Pomigliano S.p.A. è una azienda italiana che opera nel settore automobilistico. È parte di Fiat SpA, che la controlla al 100% attraverso Fiat Partecipazioni S.p.A. La società è nata il 19 luglio 2010 a Torino come NewCo del gruppo Fiat per l'esercizio delle attività di produzione, assemblaggio e vendita di autoveicoli e loro parti nello stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d'Arco.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Fiat | Azienda | Giambattista Vico | Partecipazioni S.p.A. La società | Fabbrica Italia Pomigliano S.p.A. |

Ultime notizie su Fabbrica Italia

    Fope compie 90 anni e sbarca a Londra

    Da pochi giorni il primo monomarca in una città dove il brand è già conosciuto - L'estero genera più dell'80% del fatturato

    – di Chiara Beghelli

    Quale futuro industriale per l'Italia, tra la dipendenza da Fca e le scelte del Governo

    L'Ufficio Studi di Mediobanca ha pubblicato, nel mese di agosto, l'indagine annuale su 2075 società italiane, che rappresentano metà delle aziende manifatturiere con più di venti dipendenti. La lettura dei dati infonde ottimismo, tanto da far titolare la presentazione dell'indagine "Quel 2017 da non sprecare...". Proprio il manifatturiero mostra segni incoraggianti, con +6,1% di crescita, +26% di margine industriale, +14,6% di investimenti. Una crescita che ha praticamente interessato tutti i se...

    – Francesco Bruno

    Marchionne, storia in 5 immagini di un manager globale

    I quattordici anni di Sergio Marchionne in Fiat. I nove in Chrysler. Anni di confronto costante e duro, vitale e feroce con la morte e con la vita. Essere o non essere. Questo il problema. Essere o non essere come impresa e come comunità. In Italia e negli Stati Uniti. Il 2004 del suo arrivo a

    – di Paolo Bricco

    «Con Marchionne abbiamo sfidato l'Italietta della rendita e dei ricatti»

    In questi anni, di Fiat si è discusso e narrato molto in Italia con categorie più utili a descrivere la cronaca rosa che una grande vicenda industriale. Troppo spesso si passa dall'elogio all'azienda a una generalizzata demonizzazione di quello che hanno fatto i sindacati. Quegli accordi,

    – di Marco Bentivogli*

    La metamorfosi Fiat dell'era Marchionne: sestuplicato il valore

    C'è un filo unico che collega il primo piano Fiat firmato da Sergio Marchionne nel 2004 con l'ultimo che verrà presentato oggi a Balocco: neutralizzare l'auto, che storicamente ha dato più di un grattacapo alla famiglia Agnelli, trasformando l'asset in un'opportunità. E Marchionne ci ha provato fin

    – di Laura Galvagni e Marigia Mangano

    Il marchio Fiat sacrificato sull'«altare dei conti»

    Aiuto, mi si è ristretto il marchio Fiat. Il crollo di vendite registrato a marzo in Italia rappresenta il segno tangibile di due fenomeni. Uno è di lungo periodo. E riguarda la perdita della centralità egemonica che ha caratterizzato la Fabbrica Italiana Automobili Torino. L'altro è collegato alla

    – di Paolo Bricco

    Elettrodomestici, rallenta la crisi ma nel 2015 si perdono 227mila pezzi

    Cala la produzione e aumentano le vendite di elettrodomestici bianchi in Italia. Un 2015 dal doppio volto in cui, da un lato, continua la cura dimagrante del settore mentre, dall'altro, la domanda interna è trainata dagli incentivi governativi per le ristrutturazione e l'efficienza energetica.  Tutt'altro discorso per le attrezzature professionali, quelle destinate agli alberghi e alla ristorazione, che continuano a vivere una fase?di intenso sviluppo. Secondo i dati di Confindustria Ceced Ital...

    – Emanuele Scarci

    Alberto Baban confermato presidente di Piccola industria

    Il Consiglio Centrale di Piccola Industria di Confindustria ha confermato alla presidenza, per il secondo mandato, Alberto Baban. Baban resterà in carica per il biennio 2015-2017, mantenendo di diritto la carica di vicepresidente di Confindustria. La nuova squadra di BabanNel corso della riunione

    I destini incrociati di Italia e Germania

    Lo scenario di questi giorni mostra un miglioramento dell'Italia rispetto alla Uem e alla Germania. Ne siamo lieti ma dobbiamo ricordare sempre che la nostra economia, dove ci sono ancora tanti problemi, è legata indissolubilmente a quella della Uem e a quella della Germania che sta vivendo un

    – Alberto Quadrio Curzio

    Exor ora corre sul Cavallino

    La riservatezza è la prima regola negli affari, ma quando si tratta del gruppo Fiat il mercato sembra essersi abituato a leggere al contrario le mutevoli

    – di Alessandro Plateroti

1-10 di 341 risultati