Parole chiave

Faang

Si tratta dell’acronimo formato dalle iniziali dei quattro giganti della rete Facebook, Amazon, Apple, Netflix, Google. In Europa si studiano le contromosse per evitare che lo spostamento verso l’economia digitale sottragga agli stati ampie fette di imponibile. Per questo si sta studiano la possibilità di una web tax, che permetta appunto di evitare questa sottrazione di base imponibile. Tuttavia la presenza di Stati che si oppongono a questa soluzione, rende il cammino più accidentato.

Ultimo aggiornamento 07 ottobre 2017

Ultime notizie su Faang

    Alphabet cresce, ma paga l'aumento dei costi e il calo dei margini di profitto

    New York - L'ultima delle grandi firme tech e Internet ha dato i conti e ha mostrato come, se la crescita continua, aumenta anche le sfide che innervosiscono gli investitori. Alphabet, la casa madre del re dei motori di ricerca Google, ha superato nettamente le previsioni. Nel quarto trimestre del

    – di Marco Valsania

    Mercato cinese e innovazione lenta: tutte le nubi nel cielo di Apple

    Sembrano lontani i giorni in cui Apple marciava, trionfalmente, oltre quota mille miliardi di dollari di capitalizzazione. Eppure era solo l'estate scorsa, quando il colosso di Cupertino sfondava quel muro immaginario oltre il quale mai nessuno era mai arrivato. Questo 2019, invece, è iniziato

    – di Biagio Simonetta

    La crisi hi-tech zavorra Wall Street

    Apple è stata la prima società a raggiungere il trilione di dollari di capitalizzazione: il traguardo dei mille miliardi di valutazione è stato bissato un mese dopo dal titolo di Amazon. Poi a ottobre dai titoli hi-tech è partita la caduta di Wall Street che ha sgonfiato le quotazioni azionarie in

    Borse, il Natale nero di Wall Street: è stata la peggiore vigilia della storia

    E' stato l'Orso a festeggiare la vigilia di Natale a Wall Street. L'indice Standard & Poor's 500 è ormai entrato ufficialmente in territorio di mercato ribassista, cioè di cali superiori al 20% dai recenti massimi al termine di ondate di vendite sul finale di seduta che lo hanno fatto precipitare

    – di Marco Valsania

    Il petrolio crolla di nuovo del 7%. E' il secondo martedì nero di seguito

    E'?successo di nuovo. Il petrolio è crollato anche ieri del 7%, in una seduta che per molti versi è sembrata la replica di quella di martedì scorso. In una giornata debole anche per le Borse, le quotazioni del barile sono state travolte da un'altra ondata di vendite speculative, che le ha affondate

    – di Sissi Bellomo

    Titoli tech in fase «orso», Wall Street azzera i guadagni del 2018

    NEW YORK - Wall Street oggi ha azzerato i guadagni del 2018, sulla scia della debolezza dei mercati asiatici ed europei. I titoli tech, che per mesi hanno spinto i rialzi della Borsa americana, continuano ad andare giù e anche questa volta, ma in negativo, condizionano l'andamento degli altri

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    Titoli tech, il boom di buyback non ferma i ribassi in Borsa

    NEW YORK - I grandi nomi del tech americano hanno riversato un vero e proprio tesoro nel riacquisto di titoli propri, per premiare gli investitori e continuare a sostenere le quotazioni azionarie. I piani di buyback, stimolati dalla riforma delle tasse fatta scattare dall'amministrazione Trump e

    – di Marco Valsania

    Perché in un mese le azioni Fang hanno perso più del Pil di Grecia e Portogallo

    Hanno raggiunto valutazioni talmente da capogiro che una correzione importante - come quella registrata da inizio ottobre - rende eclatante la proporzione della perdita (virtuale). Ci riferiamo alle Fang stocks, ovvero a (F)acebook, (A)mazon, (N)etflix e (G)oogle Alphabet. Da ottobre hanno perso

    – di Vito Lops

1-10 di 28 risultati