Parole chiave

Esm

Il Fondo salva-Stati

Il Meccanismo europeo di stabilità (Esm secondo l’acronimo inglese) è un’organizzazione intergovernativa che emette prestiti per fornire assistenza finanziaria ai Paesi dell’Eurozona in difficoltà, in cambio di condizionalità nelle politiche economiche . Attivo dal luglio 2012, ha una dotazione di 650 miliardi.

Ultimo aggiornamento 05 dicembre 2018

Ultime notizie su Esm

    Reinventando Keynes. Ecco 3 lezioni per il mondo di oggi

    Post di Gian Paolo Ruggiero, esperto in economia e finanza internazionale grazie all'esperienza accumulata nel mondo accademico, nella Banche Centrali, nelle Istituzioni internazionali e nella politica economica nazionale dove è attualmente impegnato al Dipartimento del Tesoro Italiano - Una delle idee più geniali e meglio conosciute di John Maynard Keynes (JMK) è sicuramente quella secondo cui una domanda aggregata anemica a causa di una spesa per consumi e investimenti depressa dai cosiddetti...

    – Econopoly

    Il filo (ben solido) che lega le banche, il fondo salva stati e l'Alitalia

    L'autore di questo post è Eraclito, pseudonimo che un "umile servitore dello Stato", esperto di economia e finanza, soprattutto in ambito internazionale, ha scelto per scrivere con maggior libertà -  Il filo che lega le banche, da ultimo Banca Popolare di Bari, il Meccanismo Europeo di Stabilità (MES, oppure European Stability Mechanism - ESM) e l'Alitalia è ben solido ed è il seguente: la miopia di una classe dirigente, prima che politica, improntata in Italia ad una cultura pseudogiuridica e ...

    – Econopoly

    Dalla Bce al Mes: tutti gli italiani che contano nei palazzi dell'euro

    Dopo il congedo di Draghi e il passaggio un anno fa di Enria al vertice Ssm, si consolida la presenza tricolore nelle istituzioni finanziarie dell'Ue. E in Bankitalia cambia il Direttorio: Franco diventa Dg, in arrivo Cipollone o Gaiotti

    – di Davide Colombo e Carlo Marroni

    Mes, Conte: a gennaio promuoveremo il rilancio dell'Unione bancaria

    Il premier, nel suo intervento all'Eurosummit, ha ricordato che il Parlamento italiano, sia a giugno sia mercoledì, ha espresso una chiara opzione per la logica di pacchetto in modo da riservarsi una valutazione complessiva dei vari elementi del processo di riforma

    Lagarde alla Bce, perché c'è il rischio di una banca centrale «politica»

    La nuova presidente ha modificato la comunicazione della Banca centrale lasciando intravvedere un ruolo politico ampio per un'organizzazione che ha uno spiccato carattere tecnico e obiettivi abbastanza precisi da poter diventare anche un criterio di valutazione del suo operato

    – di Riccardo Sorrentino

    Mes, se l'Italia ha potere di veto a cosa si oppone chi si oppone?

    In realtà, al netto di presunti complotti contro il nostro Paese, il vero nodo è il rapporto incestuoso tra Stato e banche, che da sempre si sostengono a vicenda: una fragilità messa in evidenza dalla crisi del debito sovrano negli anno 2009-15 e che oggi si vuole risolvere

    – di Andrea Boda*

1-10 di 2132 risultati