Parole chiave

Effetti di calendario

I dati corretti per gli effetti di calendario sono i dati depurati, mediante tecniche statistiche, dalla variabilità attribuibile alla composizione del calendario nei singoli periodi (mesi o trimestri) dell'anno, dovuta al diverso numero di giorni di lavorativi o di giorni specifici della settimana in essi contenuti e alla presenza di festività nazionali civili e religiose, fisse e mobili (festività pasquali) nonché dell'anno bisestile. Il ricorso a tale trasformazione dei dati consente di cogliere in maniera più adeguata sia le variazioni tendenziali (calcolate rispetto allo stesso periodo dell'anno

precedente) sia le variazioni medie annue

Ultimo aggiornamento 11 ottobre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Effetti di calendario |