Parole chiave

Dumping fiscale

Con il termine inglese dumping si indica una procedura di vendita di un bene o servizio su di un mercato estero a un prezzo inferiore rispetto a quello di vendita o produzione del medesimo prodotto sul mercato di origine per conquistare un nuovo mercato. Per dumping fiscale si intende il ribasso di aliquote e pressione per attrarre contribuenti da altre parti del mondo per trarne comunque guadagni supplementari sul fronte delle imposte dirette e sui loro consumi in loco. Per alcuni la concorrenza fiscale va a vantaggio di imprese e contribuenti che possono scegliere dove farsi tassare; altri ritengono il fenomeno, oltre certi livelli, distorsivo della concorrenza e un freno alla ridistribuzione dei redditi da parte dello Stato

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Prezzi e tariffe | Dumping fiscale |

Ultime notizie su Dumping fiscale

    La corsa di Macron per diventare il nuovo Re Sole

    Cambiare la Francia. Cambiare l'Europa. E' ambizioso, Emmanuel Macron. Si sente jupitérien - che in italiano non potremmo tradurre con "gioviale" - e cerca di costruire con cura la sua immagine di presidente-re, al pari di Charles de Gaulle e François Mitterrand.

    – di Riccardo Sorrentino

    Le otto riforme in bilico sul tavolo del nuovo governo M5S-Centrodestra

    L'elezione dei presidenti delle Camere accelera l'uscita di scena del governo Gentiloni, e le modalità con cui è avvenuta possono indicare la strada verso una nuova maggioranza di governo. Un passaggio che coglie a metà del cammino una serie di misure economiche ora a rischio caduta perché mancano

    – di G. Trovati e C. Tucci

    Intervista a Le Maire: «Sui dazi Trump sbaglia bersaglio. Il vero problema è la Cina»

    PARIGI - La sede del ministero delle Finanze francese, nel XII arrondissement di Parigi, è nota con il nome del quartiere: Bercy. Fu costruita negli anni Ottanta. Il destino è talvolta incredibilmente ironico. Da qui passava alla fine del Settecento la cinta daziaria della capitale francese, le Mur

    – dal nostro inviato Beda Romano

    Concorrenza sì, ma non sleale

    Ma il mercato unico europeo con oltre 500 milioni di consumatori è sempre una grande opportunità per tutti i Paesi dell'Unione o è diventato una giungla di regole superate, in certi casi il laboratorio occulto di trucchi e rapine organizzate ai danni dei partner della porta accanto? L'estate

    – di Adriana Cerretelli

    La geometria variabile dell'erario continentale

    Il nuovo fronte Ikea, aperto ieri a Bruxelles dalla Commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, pone ancora una volta il dito sul nervo scoperto della Comunità europea.

    – di Alessandro Galimberti

    Europa e Usa in gara sul Fisco leggero

    Ora che il dado è stato lanciato sul tavolo verde della fiscalità internazionale, all'Europa non resta che correre. La riforma annunciata da Donald Trump dopo 18 mesi di mezze e contraddette anticipazioni (a partire dai Blue print repubblicani dell'estate 2016) produrrà un effetto domino, di cui

    – di Alessandro Galimberti

1-10 di 45 risultati