Parole chiave

Dpo

Data protection officer

La nomina del Data protection officer (Dpo) è prevista dal Gdpr, regolamento generale sulla protezione dei dati. Si tratta di

un professionista che deve avere un ruolo aziendale (può essere un soggetto sia interno, sia esterno alla compagine aziendale) con competenze giuridiche, informatiche, di risk management e di analisi dei processi.
Compito principale di questa nuova figura è osservare, valutare e organizzare la gestione del trattamento di
dati personali e la loro protezione all’interno di un’azienda (pubblica o privata che sia) nel rispetto delle normative sulla privacy europee e nazionali.

Ultimo aggiornamento 22 settembre 2018

Ultime notizie su Dpo

    Una donna su mille si è rivolta a un centro antiviolenza

    Centri antiviolenza - Il Sole 24 Ore - Cristina Da Rold Infogram Nel 2017 una donna su mille si è rivolta a un centro antiviolenza (43.467 donne cioè 15,5 ogni 10 mila) e due su tre di loro - 29 mila - sono state prese in carico, cioè hanno iniziato un percorso di uscita dalla violenza, con percentuali più alte al nord rispetto a sud e isole. Tra le donne che hanno iniziato tale percorso, il 63,7% ha figli e il 27% è straniera. Troppo pochi centri, rispetto a quel che dice la legge In q...

    – Infodata

    Una donna su mille si è rivolta a un centro antiviolenza. Tutto quello che dobbiamo sapere.

    Centri antiviolenza - Il Sole 24 Ore - Cristina Da Rold Infogram Nel 2017 una donna su mille si è rivolta a un centro antiviolenza (43.467 donne cioè 15,5 ogni 10 mila) e due su tre di loro - 29 mila - sono state prese in carico, cioè hanno iniziato un percorso di uscita dalla violenza, con percentuali più alte al nord rispetto a sud e isole. Tra le donne che hanno iniziato tale percorso, il 63,7% ha figli e il 27% è straniera. Troppo pochi centri, rispetto a quel che dice la legge In q...

    – Cristina Da Rold

    Prende quota l'esperto di compliance: 100mila posti nei prossimi tre anni

    Dalla sicurezza sul lavoro all'antiriciclaggio, dai reati ambientali alla cybersecurity. Il raggio d'azione della compliance - la verifica sulla conformità a leggi e regolamenti in un'azienda - va ormai ben oltre i campi normativi, più o meno consolidati, della responsabilità amministrativa delle

    – di Francesco Nariello

    Le tappe

    1. I COMPITI

    Privacy: ecco come si diventa Dpo, l'angelo custode dell'identità nell'era digitale

    Il filo conduttore è la privacy. La tutela dei dati personali ha imposto la figura del Dpo - Data protection officer o, per dirla in italiano, Responsabile della protezione dei dati (Rpd) - e, seppure in maniera meno diretta, richiede altre nuove professionalità. Come il reputation manager, colui

    – di Antonello Cherchi

    Un percorso multidisciplinare tra diritto, informatica e un po' di Pr

    Diventare Dpo dopo aver frequentato il liceo classico ed essersi laureata in discipline giuridiche con indirizzo per giuristi d'impresa. E' il percorso compiuto da Roberta De Giusti, trentenne di Cantù. «Alla fine degli studi - spiega - sono entrata in Labor Project Srl, società di servizi con sede

    Sono mezzo milione i DPO nell'UE. Ma i Privacy Officer guadagnano di più

    Mentre il Gdpr sta per compiere un anno, una nuova ricerca della International Association of Privacy Professionals (Iapp) indica che in tutta Europa sono circa 500.000 le organizzazioni che hanno dichiarato di aver nominato un Data Protection Officer. Il Gdpr, entrato definitivamente in vigore dal maggio 2018, richiede infatti che tutte le pubbliche amministrazioni e le società private che monitorano le persone o trattano i cosiddetti "dati sensibili" su larga scala designino un "Responsabile...

    – Nicola Bernardi

    Imprese bloccate dagli hacker, Belluno schiera un servizio di Cyber Security e un corso per responsabili della Protezione Dati

    Negli ultimi giorni si sono registrati due gravissimi attacchi hacker alle aziende del Bellunese. e aziende del gruppo Epta, compresa la Costan di Limana, si sono trovate bloccate, con turni di lavoro annullati per operai e dipendenti, fino a quando il virus informatico non è stato trovato e isolato. «Dobbiamo alzare la soglia di protezione digitale delle nostre aziende. Nell'epoca di Industria 4.0 la sicurezza informatica è uno dei fattori abilitanti, un tema spesso poco considerato fino a qua...

    – Barbara Ganz

    Nessuno legge le informative sulla privacy? Provate con questa in dialetto di Avm (ea società de batei e pulman de Venessia e Ciosa)

    Una firma frettolosa, ma fino alla fine non le legge nessuno. Ora l'informativa della privacy dell'azienda della mobilità veneziana diventa un esperimento: a parte la parola privacy, tutto è tradotto in dialetto veneziano. Un po' per scherzo, e un po' no, perchè "affidereste i vostri risparmi a qualcuno che non vi dica chiaramente come ha intenzione di investirli? I dati personali hanno lo stesso valore, eppure in quanti di noi leggono le informative sulla privacy che ovunque vengono proposte?"....

    – Barbara Ganz

1-10 di 70 risultati