Parole chiave

Disoccupati

Secondo la definizione Istat comprendono «le persone non occupate tra i 15 e i 74 anni che: hanno effettuato almeno un'azione attiva di ricerca di lavoro nelle quattro settimane che precedono la settimana di riferimento e sono disponibili a lavorare (o ad avviare un'attività autonoma) entro le due settimane successive; oppure, inizieranno un lavoro entro tre mesi dalla settimana di riferimento e sarebbero disponibili a lavorare entro le due settimane successive».

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Occupazione | Istat |

Ultime notizie su Disoccupati

    Occupazione: Italia pecora nera Ocse. 5 proposte per non sprecare il Pnrr

    Post scritto dall'associazione Bussola Italia - Bussola Italia prosegue con le analisi del PNRR condotte dai propri gruppi di lavoro. Stavolta è il team Occupazione e Reddito, coordinato da Andrea Flussi con Rosanna Santonocito e Federica Sarti. Stefano Cianchi ha invece coordinato tutti i gruppi di lavoro di Bussola Italia. Il progetto in esame stavolta è il Piano Nazionale Nuove Competenze, a sua volta parte del Programma Nazionale per la Garanzia e Occupabilita? dei Lavoratori. L'Italia occ...

    – Econopoly

    Le torri eoliche degli highlanders

    In Scozia parchi eolici sono disseminati ovunque. La antica Caledonia è il Paese pioniere della transizione: l'esempio virtuoso di Falck Renewables.

    – di Simone Filippetti

    Perché la partecipazione degli adulti alla formazione è la più bassa d'Europa?

    Uno degli effetti della pandemia è stato far calare il livello di partecipazione di italiani e italiane alle attività di istruzione e formazione per adulti, mostrano gli ultimi dati Eurostat. Il numero di persone fra i 25 e i 64 anni impegnate in questo tipo di attività nell'ultimo mese è diminuito in molte regioni italiane, mentre è rimasto stabile in diverse aree del sud dove già prima dell'epidemia avveniva poco spesso. Come ricorda l'ultimo rapporto Istat, il divario di istruzione del...

    – Infodata

    Perché la crescita della popolazione laureata in Italia è più lenta che altrove?

    Uno degli effetti della pandemia è stato far calare il livello di partecipazione di italiani e italiane alle attività di istruzione e formazione per adulti, mostrano gli ultimi dati Eurostat. Il numero di persone fra i 25 e i 64 anni impegnate in questo tipo di attività nell'ultimo mese è diminuito in molte regioni italiane, mentre è rimasto stabile in diverse aree del sud dove già prima dell'epidemia avveniva poco spesso. Come ricorda l'ultimo rapporto Istat, il divario di istruzione del...

    – Davide Mancino

    Un'alternativa semplice ed efficace al reddito pubblico

    Da quando è stato approvato, il reddito di cittadinanza è stato materia di confronto, anche aspro, tra le diverse forze politiche. Gli ultimi dati pubblicati dall'Inps e dall'Anpal sui beneficiari e le brevi righe di risposta inviate dal premier Mario Draghi a uno studente universitario che gli

    – di Giuseppe G. Calabrese e Emmanuele Massagli

1-10 di 5135 risultati