Parole chiave

Derivati

Gli strumenti finanziari derivati sono contratti il cui valore “deriva” dalla quotazione di mercato delle attività “sottostanti”, cioè varia in base all'andamento delle attività finanziarie. Si tratta di contratti di opzione, contratti finanziari a termine standardizzati («future»), «swap» e altri contratti connessi a valori mobiliari o rendimenti o ad altri indici o misure finanziarie che possono essere regolati con consegna fisica del sottostante o con il pagamento di differenziali in contanti.

I derivati sono oggetto di contrattazione in molti mercati finanziari, e soprattutto in mercati al di fuori dei centri borsistici ufficiali.

Tali strumenti sono utilizzati, principalmente, per tre finalità: ridurre il rischio finanziario di un portafoglio preesistente; assumere esposizioni al rischio al fine di conseguire un profitto;

conseguire un profitto privo di rischio attraverso transazioni combinate sul derivato e sul sottostante tali da cogliere eventuali differenze di valorizzazione.

Ultimo aggiornamento 18 giugno 2017

Ultime notizie su Derivati

    Caos sui derivati in caso di hard Brexit. L'Italia prepara una legge in extremis

    La Germania è già intervenuta per colmare il "buco" legislativo che si creerebbe sui contratti derivati in caso di divorzio duro tra Gran Bretagna e Unione europea. Francia e Olanda sono sulla stessa strada. L'Italia è più indietro. Il Ministero dell'Economia, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore,

    – di Morya Longo

    La capriola di Tsipras e la lezione per l'Italia

    Cosa accadde nel luglio 2015 in Grecia a un passo dall'uscita dall'euro e cosa ci possono insegnare quegli eventi rispetto ai recenti sviluppi politici italiani? A dicembre del 2014 Il governo Samaras era in una situazione di moderata ripresa economica trascinata da investimenti ed export, ma la troika chiese un aumento dell'Iva per aumentare il surplus di bilancio primario. Samaras, conservatore di Nea Dimokratia, invece di mediare si impuntò e decise di andare al voto anticipato sfidando ...

    – Vittorio Da Rold

    Imposta di fabbricazione e consumo

    Adempimento: Termine ultimo per il versamento delle accise sui prodotti immessi in consumo nel mese precedente al netto dell'acconto versato Soggetti: Sono tenuti all'adempimento i soggetti obbligati al versamento delle accise (titolari dei depositi fiscali e, in solido, i soggetti garanti di tale

    – Scadenziario

    Tobin tax - Versamento

    Adempimento: Termine ultimo per il versamento dell'imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. "Tobin tax" relativa alle operazioni effettuate nel mese precedente Soggetti: Sono tenuti all'adempimento Banche, società fiduciarie e imprese di investimento abilitate all'esercizio professionale nei

    – Scadenziario

    Etf, prodotto finanziario valido per tutte le tasche

    Investire sui mercati più disparati con la massima agilità operativa, a basso costo, con cifre modeste e, almeno in passato, con un prodotto semplice e di immediata comprensione. Un mix di efficacia ed efficienza che ha consentitoagli Etf (Exchange traded fund) di diventare lo strumento finanziario

    – di Gianfranco Ursino

    Che cosa accade agli investimenti nei mesi che anticipano la recessione

    La domanda del momento nelle sale degli operatori finanziari è senza dubbio "quando arriverà la prossima recessione negli Stati Uniti?". L'ultima contrazione del Pil negli Usa risale al 2009. Dopodiché sono seguiti nove anni di espansione, con una crescita media annua del 2,25%. Solitamente i cicli

    – di Vito Lops

    Caso Santorini, ora Deutsche Bank dovrà risarcire la Fondazione Mps

    Per più di cinque anni il nodo del derivato Santorini è stato oggetto di un aspro confronto legale tra Fondazione Mps e Deutsche Bank. La battaglia legale è arrivata all'ultimo atto: la banca tedesca pagherà all'Ente senese 17,5 milioni di euro «a saldo e stralcio» della causa avviata davanti al

    – di Luca Davi

    Chi pagherà il conto della crisi dei derivati

    La politica e gli italiani sono spesso distratti. In più si avvicinano le feste di fine anno, che moltiplicano le distrazioni. Al contrario, ai vertici dell'Europa, sono in corso grandi manovre che peseranno non poco sulle vicende dei gruppi bancari e che meritano attenzione. Per comprendere quanto

    – di Fabio Tamburini

    Il crollo di valore in Borsa rilancia l'ipotesi Deutsche-Commerzbank

    «Nessuno al ministero del Tesoro passa le notti in bianco a causa di Deutsche bank, me compreso». Così Olaf Scholz, il ministro tra quelli di maggior peso del partito social-democratico Spd nel governo di Berlino, ha risposto ieri alla Reuters che lo interpellava sull'ipotesi di fusione

    – di Isabella Bufacchi

    Tim, Vivendi candida Bernabé e Galateri nel cda

    Vivendi passa dalle parole ai fatti e invia, come annunciato nei giorni scorsi, la richiesta al cda di Telecom Italia di convocazione dell'assemblea per il rinnovo dei revisori, per la revoca di cinque consiglieri indipendenti in quota Elliott e la nomina di altri cinque amministratori. Il primo

    – di Simona Rossitto

1-10 di 6295 risultati