Parole chiave

Deficit strutturale

Al netto del ciclo economico

È il deficit ma corretto per gli effetti del ciclo economico e per gli effetti delle misure una tantum, che influiscono solo temporaneamente sul disavanzo.L’indicatore permette di giudicare se il deficit pubblico di un paese sia dovuto alla congiuntura economica o se invece sia “strutturale”, ossia continuerebbe a sussistere anche se il paese riprendesse a crescere

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2018

Ultime notizie su Deficit strutturale

    Con il rating di Fitch al via quattro mesi di test sui conti

    Agenzie di rating, mercati e spread in agguato, scadenze imposte dal calendario europeo. E' un percorso a ostacoli di quattro mesi (con appuntamento decisivo a settembre-ottobre) quello che attende il governo sul fronte dei conti pubblici. Nel mezzo, il rischio concreto che - stante l'andamento

    – di Dino Pesole

    Italia dell'extravergine d'oliva a tappeto Produzione in picchiata (-57%) non solo per colpa della Xylella e della gelata

    L'Italia olivicola è finita in un cul-de-sac. E quella che si sta giocando in questi giorni ai più alti livelli della politica e della professione, potrebbe essere l'ultima partita buona per cercare almeno di evitare il knock-out, il Ko che manda a gambe in aria quello che da sempre è stato il Paese maggiore produttore, maggior consumatore e maggiore esportatore di olio di oliva al mondo. Primati ormai perduti e senza ombra di un ritorno possibile. Con l'aggravante che ora la Xylella fastidiosa...

    – Nicola Dante Basile

    Il Pil in frenata aumenta il rischio della «super-Iva» nel 2020

    Gli aumenti Iva infilati nel bilancio triennale per essere tolti un attimo prima che scattino sono un «fattore di incertezza» crescente sui nostri conti pubblici dal 2012. Ma la sfida da affrontare quest'anno, a partire dal Def di inizio aprile, è decisamente più complicata.

    – di Gianni Trovati

    Recessione, quanto pesa la frenata del Pil sui conti pubblici. Rischio manovra bis

    La recessione tecnica certificata dall'Istat con il dato preliminare del quarto trimestre del 2018 (-0,2%), che segue al risultato negativo del terzo trimestre (-0,1%), apre scenari non proprio rassicuranti per i conti pubblici. Se non vi sarà una robusta inversione di marcia a partire dalla

    – di Dino Pesole

    La Ue e i venti freddi di una possibile crisi nel 2019

    La scelta più saggia del nuovo intervento di bilancio elaborato dal governo è stata l'abbattimento dell'obiettivo di aumento del Pil per il 2019 dall'1,5 all'1 per cento. Non solo perché il bagno di realismo ha permesso di utilizzare le regole europee sull'output gap e di ottenere che una

    – di Rossella Bocciarelli

    Manovra, gli 84 giorni di trattativa tra minacce e mediazioni

    Dopo 84 giorni di trattative, vertici e riscritture, è arrivato l'accordo con la Commissione Ue sulla proposta di bilancio messa a punto dal premier Giuseppe Conte e dal ministro dell'Economia Giovanni Tria, che evita l'avvio della procedura di infrazione per disavanzo eccessivo nei confronti

    – di Andrea Gagliardi

    Manovra, da Ue via libera prudente e condizionato

    BRUXELLES - La Commissione europea ha dato oggi un via libera prudente e condizionato al bilancio italiano per il 2019, dopo un negoziato tra Roma e Bruxelles particolarmente lungo e sofferto, e conclusosi ieri sera. L'accordo tra le parti ha scongiurato per ora l'apertura di una procedura per

    – di Beda Romano

    Per Roma deficit strutturale tagliato dello 0,2%

    Con la revisione al ribasso della stima di crescita per il 2019, che si dirige intorno allo 0,9-1% rispetto all'1,5% stimato a settembre, il Governo punta sul conseguente incremento dell'output gap. Indicatore prezioso che misura il potenziale di crescita su cui si basa il calcolo del deficit

    – di Dino Pesole

1-10 di 656 risultati