Parole chiave

Def

Il Documento di economia e finanza (Def) è regolato dalla legge 7 aprile 2011 n. 39 e deve essere presentato alle Camere entro il 10 aprile di ogni anno. È il principale strumento della programmazione economico-finanziaria e indica la strategia economica e di finanza pubblica nel medio termine. Viene proposto dal Governo e approvato dal Parlamento.

Il Def si compone di tre sezioni:

- Programma di Stabilità, con gli obiettivi da conseguire per accelerare la riduzione del debito pubblico

- Analisi e tendenze della finanza pubblica, con l'analisi del conto economico e del conto di cassa nell’anno precedente, le previsioni tendenziali del saldo di cassa del settore statale e le indicazioni sulle coperture

- Programma Nazionale di Riforma (Pnr), con l’indicazione dello stato di avanzamento delle riforme avviate, degli squilibri macroeconomici nazionali e dei fattori di natura macroeconomica che incidono sulla competitività, le priorità del Paese e le principali riforme da attuare (Fonte: Mef)

Ultimo aggiornamento 14 settembre 2017

Ultime notizie su Def

    Conti pubblici, addio a 47,2 miliardi di clausole fiscali su Iva e accise

    E se il pensionamento di questo meccanismo procederà spedito, come annunciato dal Governo nell'ultimo Def, seppure in versione light, e confermato dalla manovra anti-crisi, tra il 2023 e il 2031 almeno sulla carta dovrebbero essere bloccati... Un valore che risulta leggermente più basso (3o0 milioni in meno) di quello noto fin qui, ma perché, come si ipotizza in un dossier del Servizio Bilancio del Senato, dalla revisione del quadro macroeconomico operata con il Def dovrebbe essere...

    – di Marco Rogari

    Dove sarà il debito pubblico italiano nel 2030 e le sue conseguenze

    Di sicuro, o quasi ormai, c'è il punto di partenza: secondo le stime del Def il rapporto fra debito pubblico e Pil si attesterà al 155% a fine anno, mentre per Natixis si spingerà fino al 160%, per poi ridursi leggermente al 152% nel 2021.

    – di Maximilian Cellino

    Il Pil kafkiano e il mito della caduta: per ogni fonte una stima diversa

    Qualcuno, in preda all'esoterismo economico, forse tramortito da infauste divinazioni numerologiche, s'è provato a fare stime sul PIL che avrebbero fatto impallidire finanche un cabalista inveterato: in sostanza, costui, leggendo d'un calo del 'quattro virgola qualcosa' in un trimestre, ha pensato di poter moltiplicare questa cifra per il numero dei trimestri, così da ottenere una contrazione prossima al 20%. Altri - non si sa con quale metodo - s'è pure spinto a denunciare una soglia di crollo ...

    – Francesco Mercadante

    Le ambizioni federaliste di un'Europa asimmetrica alla prova del fuoco

    L'autore di questo post è Eraclito, pseudonimo che un "umile servitore dello Stato", esperto di economia e finanza, soprattutto in ambito internazionale, ha scelto per scrivere con maggior libertà - La crisi economica scatenata dalla pandemia da Covid19 è radicalmente diversa dalle precedenti non solo per il suo impatto sull'economia ma anche per i meccanismi con cui si è materializzata. Questi ultimi fanno sì che la reazione di politica economica non può che essere incentrata sulla politica fi...

    – Econopoly

1-10 di 3734 risultati