Parole chiave

Decentramento

Indica il trasferimento di autorità e responsabilità delle funzioni pubbliche dal governo centrale a organizzazioni governative subordinate o semi-indipendenti, ovvero alla società civile. Si distinguono svariate tipologie di decentramento. Per esempio, decentramento politico, amministrativo, fiscale, di mercato. Il decentramento amministrativo mira a ridistribuire autorità, responsabilità e risorse finanziarie per la fornitura di servizi pubblici tra i diversi livelli di governance. È il trasferimento della responsabilità per la progettazione, il finanziamento e la gestione delle funzioni pubbliche da parte del governo centrale o regionale a governi locali, autorità pubbliche semi-autonome o società.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Funzione pubblica |

Ultime notizie su Decentramento

    I territori produttivi tra sgocciolamento e trascinamento

    I grandi flussi che sorvolano il sistema mondo per atterrare nei luoghi, dalla finanza alle internet company alle imprese transnazionali, s'interrogano sulle strategie. Se continuare con verticalità da "sgocciolamento" con la retorica del trickle-down e comando dall'alto verso il basso o adottare

    – di Aldo Bonomi

    Quei bei tempi in cui c'era l'ufficio

    La pandemia ha costretto le aziende a un gigantesco esperimento naturale del lavoro decentrato: ma non basta essere connessi per condividere emozioni, idee e soddisfazioni

    – di Paolo Legrenzi

    La piattaforma web che spinge per una vera riforma del Catasto

    Stretta su evasione e basi imponibili Imu. In ambito catastale nasce una infrastruttura unica, non più frammentata tra cartografia, censuario terreni e urbano, che consente di navigare in un continuo geografico territoriale anche con foto satellitari e stradari

    – di Antonio Iovine

    Le energy communities: nuovo modello per un mondo post Covid

    Autore del post è l'avvocato Lorenzo Parola, partner dello studio legale Herbert Smith Freehills - Dalla fine della Seconda guerra mondiale la crescita delle città, a ogni latitudine, è stata ininterrotta. Nel 1950 meno di un terzo della popolazione mondiale viveva in città e nel 2007, secondo le stime dell'ONU - per il primo anno nella storia - più persone al mondo vivevano in città che nelle zone rurali. Si prevedeva addirittura che la popolazione urbana avrebbe raggiunto il 68% entro il 2050...

    – Econopoly

1-10 di 570 risultati