Parole chiave

Cumulo giuridico

Il cumulo giuridico delle sanzioni tributarie è previsto dall'articolo 12 del Dlgs 472/1997. In base a tale istituto viene punito con la sanzione che dovrebbe infliggersi per la violazione più grave, aumentata da un quarto al doppio, chi, con una sola azione od omissione, viola diverse disposizioni anche relative a tributi diversi ovvero commette, anche con più azioni od omissioni, diverse violazioni formali della medesima disposizione.

Ultimo aggiornamento 17 novembre 2017

Ultime notizie su Cumulo giuridico

    Adesioni e ravvedimenti rallentano il ritmo

    Quando vengono annunciate misure di definizione - che poi le si etichetti «condono», «sanatoria» o «pace fiscale» poco importa - si genera (intanto) una sorta di "rallentamento dell'adempimento" del contribuente fino a che il provvedimento annunciato non diventa definitivo. Nel caso della "pace

    – di Dario Deotto

    Il saldo determina le regole da seguire

    La stretta sulle compensazioni prevista dall'articolo 3 del Dl 50/2017, impone la necessità di prendere immediata dimestichezza con i nuovi dettami introdotti dal decreto che modificano, per l'ennesima volta in corsa, le modalità di presentazione dei modelli di pagamento. Vediamo di riepilogare

    Le sorelle Gucci dovranno pagare 112 milioni al Fisco italiano

    Quei 170 chilometri da Sankt Moritz a Milano, le sorelle Alessandra e Allegra Gucci li percorrevano troppo spesso per non destare i sospetti del Fisco italiano. Le ereditiere della maison Gucci, finita nel frattempo nelle mani dell'imprenditore francese François Pinault, arrivavano a Milano per

    – di Angelo Mincuzzi

    Spesometro anche per gli enti locali

    Anche gli enti pubblici devono comunicare al Fisco le fatture emesse ogni trimestre, almeno quelle al di fuori del sistema di interscambio.

    – di Domenico Luddeni

    L'incertezza sulle sanzioni per il quadro RW frena la voluntary bis

    Secondo una recente e tutt'altro che inaspettata risposta fornita dall'agenzia delle Entrate nel corso dell'annuale incontro di approfondimento del Telefisco, ai fini della determinazione delle sanzioni dovute per la regolarizzazione delle violazioni del modulo RW, sia in sede di autoliquidazione

    – di Dario de Santis e Eugenio Della Valle

    Ravvedimento con termini più brevi

    L'opportunità di avvalersi della voluntary-bis deve essere ponderata alla luce degli altri strumenti che l'ordinamento prevede per rimediare ad errori od omissioni relativi alle dichiarazioni, quali la presentazione di dichiarazioni integrative e il ravvedimento operoso, entrambi oggetto di recenti

    – a cura di Luca Bonfanti e Antonio Della Carità

    Autoliquidazione, sanzioni da chiarire

    Il versamento spontaneo (l'"autoliquidazione") degli importi dovuti per effetto della collaborazione volontaria è ostacolato dalle incertezze sulle modalità di calcolo delle sanzioni, soprattutto con riferimento a quelle relative alle violazioni sul quadro RW.

    – di Marco Piazza

    Tutto pronto per la voluntary-bis: al via le domande

    La voluntary bis apre ufficialmente i battenti oggi. Con provvedimento del 3 febbraio, l'agenzia delle Entrate ha infatti diramato le specifiche tecniche per la trasmissione delle domande e da oggi si aprono i canali telematici per l'invio delle istanze. Il provvedimento del direttore dell'agenzia

    – di Antonio Longo e Antonio Tomassini

    Meno comunicazioni Iva e certificazioni al 31 marzo

    Il Cup, il Comitato unitario delle professioni, prende l'iniziativa e offre al legislatore quattro proposte di semplificazione, per fare pace tra Fisco e professionisti. Se condivise dal Governo, le proposte possono essere recepite già con il decreto legge Milleproroge. I capitoli della proposta

    – di Maria Carla De Cesari

1-10 di 71 risultati