Parole chiave

Crediti in sofferenza

I crediti in sofferenza (bad debts in inglese) sono quelli la cui riscossione non è certa, sia per la scadenza che per ammontare; sono quelli che una società vanta verso soggetti che si trovano in stato di insolvenza (quelli incagliati invece riguardano invece soggetti in una situazione di temporanea difficoltà finanziaria). Per ovviare a questi rischi, in genere le aziende si tutelano accantonando a riserva parte del reddito di esercizio, detta per perdite su crediti. Quando un credito diviene inesigibile lo si cancella dalle scritture tramite una appropriata movimentazione del conto di riserva relativo.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Crediti in sofferenza

    Ha ancora senso il profitto? Effetti collaterali della svolta etica a Wall Street

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Il manifesto recentemente sottoscritto da 181 amministratori delegati delle più grandi imprese americane intitolato "Statement on the Purpose of a Corporation" ha messo in discussione uno dei principali capisaldi del capitalismo occidentale: ossia che la finalità principale di un'impresa sia quella di creare il massimo valore per i propri azionisti. Nella dichiarazione d'intenti (poiché tal...

    – Econopoly

    Mps cede crediti deteriorati per circa 340 milioni

    I deal conclusi riguardano la cessione di crediti in sofferenza misti secured e unsecured per complessivi 137 milioni e tre operazioni su crediti unlikely to pay prevalentemente secured, per 202 milioni

    Il Veneto rallenta ma è più solido

    Con il rallentamento della congiuntura si è interrotta la fase di crescita della redditività delle imprese, iniziata nel 2013, che rimane peraltro su livelli storicamente elevati

    – di Barbara Ganz

    Salvataggi di Stato: Alitalia, Carige e il Cerchio della vita

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Le esperienze recenti di Alitalia e Carige offrono un valido spunto per riflettere sull'intervento dello stato nell'Economia e, in particolar modo, nel salvataggio delle imprese in crisi. Premessa doverosa di qualunque discussione sul tema, è che si tratta di questione essenzialmente politica. L'analisi economica ci consente di misurare i costi e i benefici, di questo tipo di decisioni, e di...

    – Econopoly

    Tre cose che dovremmo chiederci sugli esuberi di UniCredit

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - La discussione sui possibili esuberi del prossimo piano industriale di UniCredit si è svolta come da prevedibile copione: Nel primo atto, trapela un'indiscrezione, con un bel numero tondo, di quelli che piacciono ai titolisti dei giornali:10.000 licenziamenti. Nel secondo, la comprensibile replica dei sindacati che, nelle colorite parole di Lando Sileoni della Fabi, includerà la possibilità ...

    – Econopoly

    Alcuni rilievi alle buone intenzioni del professor Tridico

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Secondo un antico adagio, la strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni. In questa categoria è possibile annoverare alcune idee chiave, proposte di recente dal professor Pasquale Tridico, dal marzo 2019 presidente dell'INPS: 1- Lavorare meno, lavorare tutti 2- Introdurre un salario minimo garantito 3- Lanciare un fondo pubblico di previdenza integrativa Senza addentrarsi in discu...

    – Econopoly

    Economia del Sud, motori al minimo: Pil in frenata, disoccupazione record tra i giovani

    Nei primi mesi del 2019 il Meridione vede affievolire la sua capacità di spinta, e i segnali di frenata, già ampiamente visibili a fine 2018, rischiano di diventare veri e propri arretramenti. Il mercato domestico continua a soffrire: restano elevati i divari interni relativi al potere d'acquisto, che si traducono in minori consumi (circa 800 euro pro capite in meno nelle regioni del Mezzogiorno rispetto a quelle del Centro Nord)

    Qual è il giusto prezzo della sofferenza (bancaria)?

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Negli ultimi anni il sistema bancario italiano ha affrontato un significativo processo di risanamento (in proposito si può leggere anche questo mio post precedente) nell'ambito del quale la valorizzazione dei crediti in sofferenza ha giocato un ruolo fondamentale. Dalla risoluzione delle quattro banche di fine 2015, alla ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi di Siena, passando...

    – Econopoly

    Perché Facebook può inventarsi Libra e l'Italia non può stampare minibot?

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Dopo aver spiegato in precedenza, che i minibot nulla hanno a che vedere con le cartolarizzazioni, improvvidamente tirate in ballo in una serie di "difese d'ufficio" prive di fondamento, è forse il caso di chiarire come la nuova criptovaluta promossa da Facebook, la Libra, non possa costituire un argomento a supporto della "libertà di stampare moneta", come suggerito da diversi commentatori e...

    – Econopoly

    Fed e petrolio accendono i mercati. Chiusura record a Wall Street

    Chiusura in rialzo per le Borse europee dopo i toni accomodanti della Fed che di fatto hanno aperto la strada a un taglio dei tassi d'interesse in tempi abbastanza ravvicinati. A Wall Street l'indice S&P500 ha aggiornato nuovi massimi, chiudendo in rialzo dello 0,94% a 2.954 punti, in concomitanza

    – di Eleonora Micheli

1-10 di 825 risultati