Parole chiave

Credit watch

Il credit watch è un periodo di osservazione di breve durata, non superiore in genere ai 2-3 mesi, volto a rivedere il rating. L'outlook è invece una previsione di lungo periodo che indica un “atteggiamento” degli analisti riguardo al debito di uno Stato o di una società, incorporando però trend, rischi e fattori più incerti rispetto a quelli presi in considerazione per il credit watch

Ultimo aggiornamento 03 maggio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Credit watch |

Ultime notizie su Credit watch

    Borse, calma piatta in attesa delle banche centrali

    E' entrata nel vivo la settimana delle banche centrali. Questa sera è la volta della Federal Reserve. Nessuna attesa per mosse sui tassi ma il mercato si aspetta indicazioni sul 2020 e sull'economia a stelle e strisce. Domani è la volta della Bce, nel giorno delle elezioni politiche nel Regno Unito. Resta l'incognita commerciale, con gli investitori che puntano a un rinvio a gennaio dei nuovi dazi previsti dal 15 dicembre

    – di Flavia Carletti

    Atlantia continua a salire in attesa degli sviluppi su Alitalia

    Il cda della società ha dato mandato al ceo Castellucci di studiare un eventuale ingresso nella compagnia. Presentata l'offerta non vincolante. Anche se il ministro Toninelli ha sottolineato che la vicenda è slegata dalle concessioni autostradali, il mercato scommette su una soluzione. S&P ha però posto sotto osservazione l'azienda

    – di Eleonora Micheli

    Alitalia, scende in campo Atlantia. Mise: la scadenza è lunedì

    E' interesse di Aeroporti di Roma che in Italia ci sia una compagnia di bandiera «competitiva e generatrice di traffico» e quindi il cda della controllante Atlantia ha dato mandato all'amministratore delegato Giovanni Castellucci «di approfondire la sostenibilità ed efficacia del piano industriale

    Lo spread risale a 321 in vista della bocciatura Ue. Altro crollo del Nasdaq (-3%)

    Le Borse europee hanno chiuso una seduta volatile in generale ribasso (Parigi -0,79%, Francoforte -0,85%, Madrid -0,53% e Londra -0,1% circa), complice il peggioramento di Wall Street, frenata dai tecnologici, in particolare Apple (-3,96%), e dal calo ai minimi da agosto 2016 dell'indice

    – di Andrea Fontana e Stefania Arcudi

    Atlantia e la controllata Autostrade finiscono nel radar di Standard&Poor's

    Atlantia finisce all'attenzione delle agenzie di rating per le implicazioni che potrebbe avere sul merito di credito il crollo del ponte Morandi: l'evento ha infatti spinto S&P a mettere sotto osservazione (credit watch) con implicazioni negative Atlantia, Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma, pur confermando il rating BBB+. S&P nel suo report spiega che potrebbe "anche abbassare i rating di un gradino se le metriche del credito di base di Atlantia scendessero al 12%" e questo, stima l'...

    – Carlo Festa

    Processo rating, tutti assolti gli imputati S&P a Trani

    TRANI -Al vaglio dei giudici di primo grado, il processo alle agenzie internazionali di rating Standard&Poor's e Fitch riserva una doppia bocciatura per l'accusa di manipolazione di mercato mossa dalla procura del Tribunale di Trani. Il collegio giudicante, presieduto da Giulia Pavese, ha infatti

    – di Vincenzo Rutigliano

    Un successo per l'euro e l'Italia

    Il BTp a 50 anni, venduto per 5 miliardi invece che i 3 previsti, al 2,85% e non al 3% come atteso, con richieste (18,7 miliardi) oltre le aspettative, è un successo per euro e Italia.

    – Isabella Bufacchi

    Un successo per l'euro e l'Italia

    Il BTp a 50 anni, venduto per 5 miliardi invece che i 3 previsti, al 2,85% e non al 3% come atteso, con richieste (18,7 miliardi) oltre le aspettative, è un successo per euro e Italia.

    – di Isabella Bufacchi

    Se il BTp adesso è scelto come «bene-rifugio»

    Troppo bello per essere vero. Ma è vero. I titoli di Stato inanellano record su record in asta: ieri i due BTp e i CcTeu sono stati assegnati con rendimenti ai minimi storici che piacciono tanto a chi rifugge dai tassi negativi e scommette sul Qe extra-large. A prescindere dalle ansie su Brexit,

    – di Isabella Bufacchi

    Milano (+0,71%) spinta dalle banche ma nel finale cade ancora Mps

    Le Borse europee infilano una nuova seduta positiva, chiudendo comunque sotto i massimi di giornata, ancora spinte dal dato oltre le attese sul mercato del lavoro Usa diffuso venerdì scorso. A frenare Milano, che era arrivata a guadagnare l'1%, proprio la debolezza di Wall Street, che poi ha chiuso

    – di Cheo Condina

1-10 di 102 risultati