Parole chiave

Convalida

È la procedura introdotta dalla riforma del lavoro per evitare le dimissioni in bianco. In pratica, le dimissioni presentate dal lavoratore o la sottoscrizione della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, devono essere convalidate presso la direzione territoriale del Lavoro, un Centro per l'impiego o una sede sindacale, per accertare la veridicità della data e la autenticità della manifestazione di volontà della lavoratrice o del lavoratore. Per i dipendenti che rientrano nel campo di applicazione del Testo unico sulla maternità, è stato esteso da un anno ai primi tre anni di vita del bambino il periodo in cui opera l'obbligo di convalida delle dimissioni volontarie (l'obbligo di convalida in questo caso era già esistente).

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Lavoro | Obbligo di convalida | Riforma |