Parole chiave

Contributo integrativo

Il contributo integrativo, versato dagli iscritti agli enti di previdenza privati, in passato è stato destinato alla copertura delle spese di gestione delle casse di previdenza e alla garanzia delle prestazioni assistenziali. La legge Lo Presti (133/2011) ha introdotto la possibilità di incrementare l'aliquota di tale contributo dal 2 al 5% del fatturato lordo (per le Casse Dlgs 103/1996) e di destinare parte di tale importo all'incremento dei montanti individuali degli iscritti, in modo da contribuire a determinare assegni pensionistici più consistenti. Il contributo integrativo viene inserito in fattura ed è a carico del cliente del professionista.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Previdenza complementare | Contributo integrativo |

Ultime notizie su Contributo integrativo

    Professionisti, contributi un po' più cari

    Continuano ad aumentare i contributi previdenziali soggettivi sui redditi professionali degli avvocati, dei ragionieri, dei periti industriali, dei biologi, dei veterinari, degli infermieri, dei medici e degli odontoiatri. Il dato emerge dall'analisi delle dichiarazioni previdenziali che devono

    – di Luca De Stefani e Elisa Olivi

    Consulenti del lavoro, più fondi alla componente femminile

    Il contributo integrativo a carico dei consulenti del lavoro potrebbe passare dal 4 al 5% per sostenere interventi di welfare a favore della componente femminile degli iscritti all'Ordine. L'idea è stata messa sul tavolo da Alessandro Visparelli, presidente dell'Enpacl, la Cassa privata di

    – dal nostro inviato Mauro Pizzin

    Corsia veloce per sindaci e imprese

    Assistenza estesa a tutti i comuni danneggiati; incentivi alle imprese agricole e contributo integrativo agli agricoltori; corsia veloce per riparare edifici delle imprese; procedure semplificate per acquisire strutture e attrezzature. Sono alcune delle misure contenute nel secondo decreto

    – di Massimo Frontera

    Alto Adige, un assegno per almeno 600 papà (del settore privato) in congedo parentale

    Un sostegno finanziario alle famiglie dove entrambi i genitori lavorano, in aggiunta al tradizionale assegno al nucleo familiare, con particolare attenzione al ruolo educativo dei padri, a patto che questi ultimi lavorino nel settore privato. E' il nuovo assegno al nucleo familiare +, in vigore a partire dal 1° settembre in Alto Adige. La relativa delibera è stata approvata lo scorso 23 agosto dalla Giunta provinciale. "I papà - ha sottolineato l'assessora alla famiglia Waltraud Deeg - guadagnano...

    – Barbara Ganz

    Casse professionali, contributi su del 24% in 11 anni

    Il contributo soggettivo previdenziale a carico dei professionisti iscritti alle Casse è aumentato in media del 24% in 11 anni, passando dal classico 10%, applicato nel 2004 e in precedenza per molti anni da quasi tutti gli enti, al 12,5% medio da utilizzare sui redditi percepiti nel 2015. Per il

    – Luca De Stefani

    Nelle Casse continua l'aumento dei contributi

    Dall'analisi delle dichiarazioni previdenziali che i professionisti iscritti alle Casse devono presentare nelle prossime settimane, emerge un generale aumento dei contributi soggettivi e integrativi 2015, rispetto a quelli relativi al reddito e al volume d'affari 2014.

    – Luca De Stefani

    Nuove Casse, pensioni da rafforzare

    Aumento dei contributi, più risorse per l'assistenza e rivalutazione dei versamenti in base ai rendimenti del patrimonio. Sono le tre mosse su cui puntano le Casse di previdenza privata - nate nel 1996 con il sistema di calcolo contributivo puro - per far lievitare le mini-pensioni erogate oggi.

    – Valeria Uva

1-10 di 943 risultati