Parole chiave

Contratto a termine

Il contratto a tempo determinato è un contratto di lavoro che prevede un termine finale di durata. Esso è soggetto a una serie di limiti di durata massima (36 mesi, comprensivi di proroghe e rinnovi), ma anche di limiti quantitativi secondo quanto previsto dai contratti collettivi e da un limite sostanziale, ossia l'obbligo di indicare la cosiddetta «causale» e la facoltà per il giudice di sindacare la validità del termine. La Riforma Fornero ha, tra l'altro, allungato il periodo minimo che deve passare tra un contratto a termine e l'altro e tolto la «causale» nel caso in cui il contratto sia il primo e non superiore a 12 mesi

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Contratti di lavoro | Contratto a termine |

Ultime notizie su Contratto a termine

    Le assunzioni «extra» nella Pa raddoppiano a quota 33mila

    C'è un punto su cui la "manovra del popolo" del governo gialloverde ricorda molto da vicino le leggi di bilancio messe a punto dagli esecutivi che l'hanno preceduto. Ed è nella sequela di assunzioni (più o meno straordinarie) nella Pa disseminate lungo le sue centinaia e centinaia di commi. Con

    – di Eugenio Bruno

    Contratti a termine: precedenza nelle assunzioni per chi lavora da più di 6 mesi

    Non sono cambiati i limiti numerici per il contratto a termine (in caso di ricorso anche alla somministrazione a termine, opera il limite complessivo del 30%). Resta infatti fermo che, salvo deroga del contratto collettivo, il datore che occupa a tempo indeterminato da zero a 5 dipendenti, può

    – di Alberto Bosco , Josef Tschöll

    Contratti a termine: durata di 24 mesi solo per esigenze comprovate

    Durata massima di 24 mesi e indicazione della causale quasi sempre necessaria: sono questi i due paletti con cui il datore di lavoro (ma anche il lavoratore) che desidera assumere, prorogare o riassumere con un contratto termine si trova a fare i conti in seguito all'entrata in vigore del Dl

    – di Alberto Bosco, Josef Tschöll

    Decreto dignità e lotta al precariato: perché i conti non tornano?

    Come succede a cadenza regolare, qualche giorno fa l'Inps ha pubblicato statistiche aggiornate sui contratti di lavoro, che includono fra l'altro i numeri su quante sono state le assunzioni sia a termine che a tempo indeterminato. Diverse persone del Governo o simpatizzanti  hanno festeggiato mettendo in relazione questi dati al decreto dignità; provvedimento che secondo Luigi Di Maio avrebbe "dato un colpo mortale al precariato". E infatti si nota, tra gli altri, il commento dell'economista P...

    – Infodata

    Decreto dignità e lotta al precariato: i conti non tornano

    Come succede a cadenza regolare, qualche giorno fa l'Inps ha pubblicato statistiche aggiornate sui contratti di lavoro, che includono fra l'altro i numeri su quante sono state le assunzioni sia a termine che a tempo indeterminato. Diverse persone del Governo o simpatizzanti  hanno festeggiato mettendo in relazione questi dati al decreto dignità; provvedimento che secondo Luigi Di Maio avrebbe "dato un colpo mortale al precariato". E infatti si nota, tra gli altri, il commento dell'economista P...

    – Davide Mancino

    Contratti a tempo determinato / Proroghe e rinnovi: la differenza

    Non è possibile prorogare un contratto a tempo determinato modificandone la motivazione, in quanto ciò? darebbe luogo ad un rinnovo. In base a quanto stabilità dal decreto dignità la proroga è possibile fino a un massimo di quattro volte (e non più 5 come in passato), indipendentemente dal numero

    Quando il rischio-cambio è anche nei prodotti in euro

    E' (quasi) assodato da chi investe in strumenti finanziari denominati in valuta diversa dall'euro che bisogna prestare attenzione anche al rischio cambio, cioè all'incertezza derivante dalla conversione del ricavato dell'investimento (minusvalenza o plusvalenza che sia) nella valuta europea

    – di Marcello Frisone

1-10 di 798 risultati