Parole chiave

Contratti a termine

Le modifiche dopo il dl dignità

Il contratto di lavoro a tempo determinato presuppone un termine fisso oltre il quale il lavoro non può essere prestato dal lavoratore. Secondo il decreto dignità al contratto può essere apposto un termine non superiore ai 12 mesi, senza indicare le causali. Il contratto può avere una durata fino a 24 mesi ma solo, tra le altre cose, per «esigenze temporanee e oggettive estranee all’ordinaria attività»

Ultimo aggiornamento 21 settembre 2018