Parole chiave

Comunicazione Iva

Non ha la dignità di una dichiarazione e infatti l'omissione non provoca l'applicazione della sanzione prevista per le infrazioni sostanziali. Infatti ha la funzione di ottemperare, nei termini previsti dalla normativa comunitaria, alla determinazione delle risorse che ciascuno Stato membro deve versare al bilancio comunitario. Di fatto questo adempimento ha la natura di una comunicazione dati e notizie. La comunicazione dati Iva può essere definita "la tredicesima denuncia" nel senso che è la sommatoria matematica dei risultati delle liquidazioni periodiche. Infatti non devono essere riportati i dati rilevanti ai fini della determinazione del debito di imposta (credito anno precedente, compensazioni, rettifiche, eccetera) ma solo l'ammontare delle operazioni e della relativa imposta se applicata.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Giustizia | Comunicazione dati | Stati Membri |

Ultime notizie su Comunicazione Iva

    Più digitale e meno adempimenti, la ricetta M5S per cambiare il Fisco

    La campagna elettorale non è (ancora) finita. Lo sa bene il capo politico del pentastellato, Luigi Di Maio, che quotidianamente, o quasi, in attesa che si sblocchi l'impasse post-voto ripropone i temi cari ai grillini (dal taglio ai costi della politica alle regole contro i volta-gabbana in

    – di Vittorio Nuti

    Le voci delle categorie /Architetti

    La categoria sottolinea i problemi di liquidità creati da split payment e dal limite alle compensazioni Iva. La comunicazione Iva è un ulteriore adempimento che appesantisce il lavoro dei professionisti, con aggravio di costi e uno scarsissimo ritorno in termini di recupero di evasione di settore.

    Giovedì a Telefisco le novità del 2017 con gli esperti del Sole

    Giovedì prossimo, 2 febbraio, arriva per professionisti e contribuenti l'appuntamento con Telefisco 2017. La 26� edizione del convegno dell'Esperto risponde sarà come sempre l'occasione per fare il punto sulle novità normative, quest'anno particolarmente numerose: dalle riedizioni (tra conferme e

    – dalla Redazione

    Sanzioni per errori nell'E-fattura

    Gli eventuali errori nella comunicazione Iva telematica saranno puniti con una sanzione da 500 a 2.000 euro. In caso di errata trasmissione dei dati la sanzione sarà di due euro per fattura, per un massimo di 1.000 euro a trimestre. Sarà possibile dimezzare la sanzione correggendo la documentazione

    Il milleproroghe in sei scatti / Comunicazione Iva e rientro dei capitali

    Comunicazione Iva. Viene posticipata di un anno - e quindi al momento della dichiarazione relativa all'Iva dovuta per il 2016 - la semplificazione prevista per la comunicazione annuale dei dati Iva relative all'eliminazione dell'obbligo di presentazione della dichiarazione Iva unificata e della

1-10 di 14 risultati