Parole chiave

Common equity Tier 1

Per valutare la solidità patrimoniale delle banche vengono impiegati degli indicatori, chiamati ratio. Quello che è diventato il parametro più utilizzato per valutare la solidità di una banca è il CeT 1 (Common equity Tier 1) ratio, il rapporto tra CeT 1 (rappresentato principalmente dal capitale ordinario versato) e la attività ponderate per il rischio. Secondo le norme della Banca centrale europea, il Cet 1 ratio deve essere superiore all’8%. Il valore appare nelle comunicazioni di bilancio e in molti comunicati al mercato degli istituti di credito: più alto è il Cet 1, maggiore — sempre che i bilanci siano veritieri — è la solidità dell’istituto, dunque delle sue azioni e bond. Ogni banca a inizio anno riceve dalla Bce un livello minimo “personalizzato” di Cet 1 da rispettare, oltre a eventuali “cuscini” aggiuntivi da accantonare. Se il Cet 1 scende sotto la soglia fissata, l’istituto deve rafforzare il patrimonio. In caso di grave squilibrio, può scattare la risoluzione e il bail in.

Ultimo aggiornamento 13 maggio 2017

Ultime notizie su Common equity Tier 1

    Carige, senza l'ok dei soci all'aumento il rendimento del bond salirà al 16%

    Il rendimento annuo del bond salvaCarige può arrivare fino al 16%. In che caso? Se l'assemblea dei soci del 22 dicembre non approvasse la delega al consiglio di amministrazione per l'aumento di capitale da 400 milioni da realizzarsi in primavera. E' quanto emerge dal verbale del consiglio di

    – di Alessandro Graziani

    Credit Agricole con Indosuez si prende Banca Leonardo

    Banca Leonardo con il benestare di Banca D'Italia passa definitivamente a Indosuez Wealth Management, brand globale specializzato nel wealth management del Gruppo Crédit Agricole. L'acquisizione (i francesi hanno rilevato il 94,1%) , annunciata a novembre scorso, rafforza ulteriormente la presenza

    – di Lucilla Incorvati

    Mps perde 3,5 miliardi, Cet1 al 14,8%

    Il gruppo Mps ha registrato una perdita pari a 3,502 miliardi di euro nel 2017 e di 502 milioni nel quarto trimestre dell'anno.

    – Carlo Festa

    Mps archivia il 2017 con un rosso da 3,5 miliardi

    Il Monte dei Paschi archivia il 2017 con una perdita pari a 3,502 miliardi di euro, di cui 502 milioni nel solo quarto trimestre dell'anno. Per l'istituto che ha beneficiato di un salvataggio pubblico si tratta di una perdita superiore alle attese degli analisti, che puntavano a un rosso di 3,2

    – di Claudio Celio

    Bnp rivede al rialzo i target 2020

    Nonostante un contesto di tassi di mercato che resta ancora poco favorevole, e un quarto trimestre debole, Bnp Paribas manda in archivio i risultati 2017 con un incremento, seppur leggero, dell'utile netto, a quota 7,7 miliardi di euro (+0,7%, che diventa +4,4% se si escludono gli elementi non

    – Celestina Dominelli

    Ubi Banca debole con il settore, Bce alza requisito Srep su Cet1 per 2018

    Dopo un apertura in territorio positivo, perde terreno Ubi Banca in linea con le banche, nell'ultima seduta dell'anno. In coda al listino Bper Banca (-1,4%), Ubi Banca cede lo 0,75%, il Banco Bpm lo 0,53%. La Bce ha alzato all'8,625% il requisito minimo di Common equity tier 1 che Ubi Banca dovrà

    – di Chiara Di Cristofaro

    Nuovo strappo di Banco Bpm dopo i target della Bce

    Nuovo strappo in Borsa perBanco Bpm: se ieri era stata l'accelerazione nel piano di riduzione dei crediti problematici senza intaccare la solidità patrimoniale a spingere il +2,4% del titolo, oggi le azioni corrono nuovamente dopo la pubblicazione dei requisiti prudenziali richiesti da Bce per il

    – di Andrea Fontana

    Il crollo dei tecnologici frena il rally dei listini, Milano chiude a +0,15%

    I nuovi record di Wall Street, spinta anche dalla revisione al rialzo del pil Usa del terzo trimestre Usa (+3,3%), non scaldano i listini europei. Anzi, nell'ultima mezzora di contrattazioni le Borse annullano tutti i guadagni di giornata e chiudono attorno alla parità, depresse dal settore

    – di Cheo Condina

1-10 di 205 risultati