Parole chiave

Commissione Ue

È il Governo dell'Unione Europea. Ogni cinque anni viene nominata una nuova squadra di 28 commissari (uno per ciascun paese della Ue). Il Consiglio europeo nomina un candidato per la carica di presidente della Commissione, che deve essere approvato dal Parlamento europeo. Il presidente eletto sceglie i commissari (e i rispettivi portafogli) tra i candidati presentati dai paesi della Ue. L'elenco dei commissari viene sottoposto per approvazione (con maggioranza qualificata) prima al Consiglio Ue, poi al Parlamento.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Paesi della Ue | Unione Europea | Consiglio Europeo | Parlamento |

Ultime notizie su Commissione Ue

    «Caro cittadino ti scrivo». Quando Conte prende carta e penna e scrive ai giornali

    Il presidente del Consiglio è solito ricorrere a missive, non solo quando deve illustrare alla Commissione Ue le politiche di bilancio dell'esecutivo giallo verde, ma anche quando intende spiegare ai lettori le scelte politiche compiute ... Il premier è solito scrivere lettere, non solo alla Commissione Ue per illustrare le politiche di bilancio dell'esecutivo giallo verde, ma anche ai lettori della carta stampata, nel momento in cui avverte l'esigenza di fornire a chi legge una...

    – di Andrea Carli

    La linea di Mattarella: tutelare il bilancio

    Non potrà mai essere un diktat perché l'ultima parola sulla crisi e il voto spetta ai partiti ma certamente il consiglio di Sergio Mattarella è quello di farsi carico di una responsabilità: tutelare la sessione di bilancio per non mandare il Paese in esercizio provvisorio. Quel passo comporterebbe

    – di Lina Palmerini

    Migranti, no di Francia e Germania al piano italo-maltese

    Potrebbe essere solo l'antipasto (piuttosto indigesto per il nostro Paese) di una conflittualità permanente tra l'Italia e i Paesi del Nord Europea sul dossier migranti che rischia di proseguire per i prossimi cinque anni di nuova legislatura europea e far regredire i pur timidi passi in avanti

    – di Gerardo Pelosi

    Salvini: «Ho perso la fiducia», domani niente Cdm. Di Maio: se vuole la crisi lo dica

    Volano stracci tra i due vicepremier, ormai divisi su molti fronti, non ultimo quello del voto in Ue per von der Leyen. Salvini: «Governo avanti se fa le cose, altrimenti è inutile starci dentro», «nessun incontro domani con Mattarella». E Di Maio: «Si attacca il M5s per fare notizia, noi leali, se la Lega vuole tornare da Berlusconi lo dica»

    – di Alessia Tripodi

    Incontro con le parti sociali? Mossa utile se non è solo duello di potere

    Aspettiamo dunque il workshop non stop a Palazzo Chigi con le parti sociali. Un anglicismo per ridare smalto a pratiche considerate quasi antiche, sia che si chiamassero concertazione o, più recentemente, dialogo sociale. Inglese o no, l'importante è non perdere l'occasione per affrontare di petto

    – di Alberto Orioli

1-10 di 5881 risultati