Parole chiave

Comitato per la valutazione

Il comitato per la valutazione dei docenti è l’organismo previsto da uno degli emendamenti segnalati al Ddl di riforma, da istituire in ogni scuola. Presieduto dal dirigente scolastico ne fanno parte due professori e due rappresentanti dei genitori per la scuola dell'infanzia, le elementari e le medie o da un rappresentante degli studenti e uno dei genitori per le scuole superiori. Dura in carica tre anni. Individua i criteri per la valorizzazione dei docenti, come la qualità dell'insegnamento e i risultati ottenuti

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Scuola e Università | Comitato |

Ultime notizie su Comitato per la valutazione

    Bonus per il merito a più di un prof su tre

    Se non è una "quattordicesima", davvero poco ci manca: tra Natale e la fine di gennaio 247.782 docenti italiani, vale a dire oltre il 35% dell'organico complessivo, si sono visti, o si vedranno, accreditare in busta paga il "famoso" bonus per il merito. Parliamo dei 200 milioni di euro che la

    – di Claudio Tucci

    Alta tensione sulla scuola, oggi la fiducia

    ROMA - Il Ddl «buona scuola» è stato già inserito nel calendario dei lavori di Montecitorio al 7 luglio (sintomo di una maggioranza decisa ad accelerare su input del premier) ma prima dovrà passare il difficile e decisivo test del Senato. L'appuntamento è per oggi pomeriggio, quando nell'aula di

    – Eugenio Bruno

    Premi al merito, più spazio ai docenti

    Se la «Buona Scuola» fosse una partitura sarebbe sicuramente un adagio. La conferma arriva ancora una volta dal Senato. Non solo per l'incidente di percorso

    Insegnanti italiani allergici alla valutazione

    Da un'indagine svolta alcuni anni fa dall'Ocse su insegnanti di 23 Paesi (Rapporto Talis) emerse che i docenti italiani erano in testa alla graduatoria dei meno valutati del mondo: la stragrande maggioranza di essi non aveva mai ricevuto una valutazione formale od un qualsivoglia feedback né da

    – Claudio Tucci

    Scuola /Valutazione e offerta formativa, meno poteri ai presidi

    Le principali concessioni alle sigle sindacali si sono concentrate sul ridimensionamento di poteri e autonomia dei dirigenti scolastici. E' stato infatti recepito un emendamento all'articolo 11 del Ddl che introduce il Comitato per la valutazione che affiancherà il preside nella scelta dei parametri

    Supplenze ai precari con più di 36 mesi

    La maggioranza accelera sulla buona scuola. Dopo il pit-stop degli giorni scorsi - dettato dall'esigenza di mettere nero su bianco le aperture promesse ai sindacati e ai docenti scesi in piazza martedì - la riforma dell'istruzione vede il traguardo del primo via libero parlamentare. Nella

    – Eugenio Bruno

1-10 di 15 risultati