Parole chiave

Collegio uninominale

Il collegio uninominale consiste in una suddivisione territoriale delle circoscrizioni in base al numero di elettori. In genere viene abbinato a un sistema elettorale maggioritario. In quelli puri (ad esempio Francia, Gran Bretagna e Usa) a ogni collegio corrisponde un seggio e in ognuno viene eletto un solo candidato. Nel 1993 anche l'Italia introdusse per le elezioni della Camera il maggioritario, sebbene corretto: collegi inferiori ai seggi, alcuni dei quali riservati alle minoranze. Ma nel 2005 il "Porcellum" li ha eliminati

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Italia | Porcellum | Camera dei deputati |

Ultime notizie su Collegio uninominale

    Parlamentari, il taglio depone a favore del proporzionale

    Un osservatore straniero occasionale potrebbe oggi concludere che per la democrazia italiana sia cruciale l'alternativa tra l'obbligo di vaccino esplicito ovvero occulto, attraverso il Green pass. In realtà, non è così. Per l'art. 32 Cost. l'obbligo vaccinale può essere imposto, purché con legge. E

    – di Giovanna De Minico

    Un doppio turno (ma solo eventuale) per la governabilità

    Collegio uninominale o premio di maggioranza? Dopo il fallito tentativo di tornare al proporzionale, se una riforma elettorale si farà, cosa poco probabile, la scelta cadrà tra un sistema con una quota consistente di collegi uninominali e un altro con premio di maggioranza. Il primo sarebbe simile

    – di Roberto D'Alimonte

    Governo Draghi: ecco la squadra dei ministri

    Il nuovo premier, ex presidente della Bce, ha sciolto la riserva e ha comunicato la lista dei suoi ministri. Ecco i profili, uno per uno, dei componenti dell'esecutivo presieduto da Mario Draghi

    – di Nicoletta Cottone e Vittorio Nuti

    Politica, una grande occasione di cambiamento

    L'incarico a Mario Draghi è un segno di cambiamento. "Non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare le stesse cose". Il monito di Albert Einstein sembra calzare a pennello per giudicare l'attuale fase politica in cui è sempre più evidente non solo che la politica non riesce a tenere il passo il cambiamento imposto dalla crisi, ma anche che le regole istituzionali e di governo si dimostrano sempre più inadeguate. I giorni che stiamo vivendo sono infatti un esempio sconcertante...

    – Gianfranco Fabi

    La quarta emergenza del Paese: quella istituzionale

    Mattarella chiama Draghi per formare un governo che fronteggi le emergenze sanitaria, sociale ed economica. Ma ce n'è una quarta, quella istituzionale

    – di Claudio Martinelli e Giulio Enea Vigevani

1-10 di 299 risultati