Parole chiave

Collegi plurinominali

Con collegi plurinominali, si intendono quelle circoscrizioni elettorali che durante una votazione esprimono due o più seggi, a differenza dei collegi uninominali. Nella nuova legge elettorale a ogni collegio «è assegnato un numero di seggi non inferiore a tre e non superiore a sei» e ciascuna lista non può essere formata da un numero di candidati superiore ai seggi assegnati.

Ultimo aggiornamento 18 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Scuola e Università | Collegi plurinominali |

Ultime notizie su Collegi plurinominali

    Referendum, come cambia il Parlamento con la vittoria del «Sì»

    I risultati della consultazione del 20 e 21 settembre (in abbinamento con il voto regionale) incideranno sulla tenuta della maggioranza, schierata per il sì. Con la riduzione del numero dei parlamentari, Camera e Senato dovranno rivedere i propri regolamenti

    – di Riccardo Ferrazza

    Taglio parlamentari: l'abc della riforma che elimina 345 eletti

    Il disegno di legge costituzionale prevede 400 deputati e 200 senatori elettivi. Questo taglio decorre dalla data del primo scioglimento o della prima cessazione delle Camere successiva alla data di entrata in vigore della riforma

    – di Andrea Carli

    Da Carelli (M5S) a Cerno (Pd), i giornalisti promossi parlamentari

    Erano molti i giornalisti candidati alle elezioni di domenica e parecchi hanno centrato l'elezione, anche se in alcuni casi entreranno in Parlamento solo grazie al ripescaggio nei collegi plurinominali dopo aver perso la sfida diretta all'uninomanale. Non è il caso di Emilio Carelli, ex conduttore

    – di Riccardo Ferrazza

    Elezioni 2018, la scomparsa del centro

    Il centro si è ristretto, assottigliato. Praticamente evaporato. Sono 800mila i voti ai quali si arriva sommando i consensi ottenuti domenica da Noi con l'Italia-Udc (la quarta gamba del centrodestra), Civica popolare di Beatrice Lorenzin (il ministro della Salute transitata nel centrosinistra) ma

    – di Riccardo Ferrazza

    Elezioni: domenica oltre 46 milioni alle urne, incognita astensione

    Vigilia del voto e silenzio pre elettorale oggi, in attesa dell'apertura delle urne domenica mattina alle 7, fino alle 23. Gli elettori sono oltre 46 milioni e mezzo per la Camera e quasi 43 milioni per il Senato. Ma quello di domenica sarà un Election Day in Lombardia e Lazio, regioni nelle quali

    – di Andrea Gagliardi

    Elezioni, il Viminale: riparto nazionale liste solo a fine scrutinio

    Il Viminale rende noti gli step dello scrutinio e della pubblicazione dei risultati elettorali. Le operazioni di scrutinio cominceranno alle ore 23 di domenica, subito dopo la chiusura delle sezioni. I dati affluiranno dai seggi ai Comuni, alle Prefetture e al ministero dell'Interno che fornisce

    – di Redazione Roma

    Come esprimere il voto senza sbagliare? Videoforum alle 20,30

    Il sistema elettorale "misto", con una componente maggioritaria uninominale e una proporzionale plurinominale, è il metodo con gli italiani dovranno confrontarsi domenica 4 marzo nei seggi elettorali. La legge 3 novembre 2017 n.165, che prende il nome dal suo ideatore, Ettore Rosato (Pd), prevede

1-10 di 82 risultati