Parole chiave

Certificazione unica

È la certificazione dei redditi di lavoro dipendente, o di lavoro autonomo o redditi diversi, che i sostituti d’imposta devono trasmettere alle Entrate e ai percettori di quei redditi (il vecchio Cud). Devono predisporre e inviare la Cu 2018, ad esempio, coloro che nel 2017 hanno corrisposto somme soggette a ritenuta alla fonte (come le aziende o gli enti pubblici ai propri dipendenti) e chi ha versato contributi previdenziali.

Ultimo aggiornamento 05 febbraio 2018

Ultime notizie su Certificazione unica

    Certificazione Unica 2019 - Trasmissione

    Adempimento: Termine ultimo per l'invio telematico della Certificazione dei compensi erogati e delle ritenute operate (redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione dei redditi precompilata). Soggetti: Sono tenuti tutti i soggetti di cui titolo III DPR 600/73 che operano una ritenuta

    – Scadenziario

    Certificazione unica

    Adempimento: Trasmissione della certificazione unica in presenza esclusivamente di redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione dei redditi precompilata Soggetti: Sostituti di imposta Modalità: Agenzia Entrate in via telematica Normativa di riferimento: Agenzia Entrate Provv.

    – Scadenziario

    No all'integrativa se i redditi sono attestati solo da «Cu»

    Un lavoratore dipendente, che non ha presentato la dichiarazione dei redditi, poiché in possesso soltanto di redditi di lavoro dipendente (Certificazione unica) e dell'abitazione principale, ha ignorato che avrebbe potuto detrarre le spese sostenute due anni fa per lavori di ristrutturazione

    Stretta su colf e badanti che non pagano l'Irpef: nel mirino un miliardo di evasione

    Il rapporto del Mef sull'economia sommersa allegato alla nota di aggiornamento al Def quantifica in 960 milioni il tax gap dei lavoratori domestici. Allo studio una ritenuta che le famiglie applicherebbero in coincidenza con il versamento trimestrale dei contributi previdenziali

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Tirocini non curriculari: diritto all'indennità e all'assicurazione

    I tirocini extracurriculari si attivano mediante una convenzione, stipulata tra i soggetti promotori, pubblici e privati, e i soggetti ospitanti, a cui va allegato il Piano formativo individuale (Pfi) del tirocinante dove sono indicati diritti e obblighi delle parti.

    – di Ornella Lacqua, Alessandro Rota Porta

    Affitto breve: gestione fai-da-te o tramite siti online e agenzie

    Negli ultimi anni sono in continuo aumento i proprietari che affittano un immobile per brevi periodi. Case in città d'arte, al mare o in montagna: alloggi che possono diventare una fonte di reddito. La locazione breve, però, non ha per forza una vocazione turistica, perché una durata non superiore

    – di Marco Panzarella, Matteo Rezzonico

    730, rivedere chi è a carico e chi no

    Per quanto riguarda i familiari a carico del contribuente, se questi sono stati indicati nella Certificazione unica, la dichiarazione precompilata è in grado di segnalare l'eventuale incongruenza con la certificazione del familiare, se quest'ultimo ha superato la soglia di 2.840,51 euro all'anno di

    Professionisti, pagelle fiscali al via: corsa in 4 tappe per ottenere i premi

    Inizia il conto alla rovescia per il debutto degli indicatori sintetici di affidabilità fiscale (Isa). Una novità che manda in soffitta gli studi di settore e gli altri parametri per determinare "automaticamente" il reddito dei contribuenti e che interessa tutti i professionisti.

    – di Nicola Forte

1-10 di 279 risultati