Parole chiave

Cattedre Natta

Le 500 cattedre Natta sono state create con un provvedimento ad hoc del Governo Renzi per cercare di invertire la rotta dei cervelli italiani in fuga e tentare di attrarre ricercatori internazionali di chiara fama convincendoli a venire a spendere nei laboratori italiani i fondi europei di cui dispongono. Si sarebbe trattato di 500 chiamate dirette all’anno di docenti di prima e seconda fascia ai quali affidare una cattedra senza passare per l’iter ordinario. Gli scienziati italiani, già fiaccati dai pochi fondi disponibili, sono insorti: i 500 talenti verrebbero reclutati in deroga all’Abilitazione scientifica nazionale, con una sorta di «percorso parallelo» che potrebbe creare discriminazioni fra studiosi egualmente meritevoli.

Ultimo aggiornamento 25 maggio 2017

Ultime notizie su Cattedre Natta

    Prof e studenti sul piede di guerra: «Università dimenticata, delusi dal Governo»

    GUARDA IL VIDEO - Il Governo cancella le «Cattedre Natta»: addio ai 500 supercervelli ... Ma nulla, a parte la cancellazione delle Cattedre Natta - la chiamata diretta per 500 super-cervelli - volute da Renzi, senza però che le risorse (75 milioni l’anno) siano reinvestite nell’università.

    – di Marzio Bartoloni

    Manovra, arriva InvestItalia: la regia degli investimenti a palazzo Chigi

    La regia degli investimenti sarà a palazzo Chigi. Con la legge di bilancio nasce InvestItalia, struttura per il supporto in tema di investimenti pubblici e privati. Un articolo della manovra presentata dal governo alle Camere per la conversionein legge, all'articolo 18, prevede l'istituzione, con

    – di Nicoletta Cottone

    Manovra, sforbiciata dell'80% per le regioni che non riducono i vitalizi

    «Tempi di magra si prospettano per quei nababbi degli ex consiglieri regionali che da anni campano di vitalizio sulle nostre spalle!». Il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio commenta così in un post la misura contenuta nella legge di bilancio appena approdata

    – di Nicoletta Cottone

    Manovra, Mattarella ha firmato. Niente tagli alle pensioni d'oro

    Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha firmato l'autorizzazione alla presentazione alle Camere del disegno di legge di bilancio. Esce in extremis dalla manovra la tassa sulla pesca sportiva. Sul filo di lana sale invece sul treno del provvedimento un rifinanziamento da tre milioni per il fondo

    – di Marco Rogari e Gianni Trovati

    Il Governo cancella le «Cattedre Natta» volute da Renzi: addio ai 500 supercervelli

    Ma le «Cattedre Natta» da allora non sono mai decollate, anche perché a remare contro ci si è messo gran parte del mondo accademico contrario a una “corsia preferenziale” per questi super-professori. ... Il Fondo per le «Cattedre Natta» è stato introdotto tre anni fa dalla manovra 2016 per finanziare ogni anno 500 chiamate dirette dei migliori cervelli dall'estero o dall'Italia. ... Le Cattedre Natta volevano segnare una inversione di tendenza al fatto che finora le procedure...

    – di Marzio Bartoloni

    Atenei italiani a metà del guado, crescono i fondi ma non il merito

    La ministra Valeria Fedeli l'ha chiamato il «decennio horribilis». La crisi ha scavato un solco profondo nelle università costrette a rinunciare nel giro di pochi anni a un miliardo di euro (su quasi 8) a 14 mila docenti (per il blocco del turn over) e a 70mila matricole (in un Paese con il record

    – di Marzio Bartoloni

    I concorsi pilotati e gli errori da non fare

    La differenza, questa volta, sta nel numero e nel calibro di indagati e arrestati, ma la notizia in sé non stupisce. Chiedere ai candidati di non presentarsi ai concorsi universitari, o di ritirarsi se si sono incautamente presentati, è pratica vecchia e diffusa, in Italia s'intende. E' in fondo il

    – di Alessandro Schiesaro

    Ripartire dal fabbisogno di nuovi docenti di ruolo

    L'intervento di Dario Braga sul Sole 24 Ore del 20 luglio sottolinea una caratteristica peculiare del dibattito italiano sull'Università, l'enfasi costante, per non dire ossessiva, sulle politiche e i problemi del reclutamento e dello stato giuridico dei docenti in tutte le forme: i concorsi, prima

    – di Alessandro Schiesaro

    Il senso dei Lincei per le istituzioni

    L'Accademia dei Lincei si muove tra «identità istituzionale nazionale» e respiro internazionale, facendo leva sull' interdisciplinarietà. «I Lincei respirano con due polmoni, quello delle scienze naturali e quello delle scienze morali», ha sottolineato ieri a Roma il presidente dell'Accademia

    – di Antonello Cherchi

1-10 di 22 risultati