Parole chiave

Carichi di famiglia

Le detrazioni per «carichi familiari» sono gli sconti dedicati dalle persone fisiche che hanno a carico coniuge, figli, oppure gli altri parenti indicati nell'articolo 433 del Codice civile che siano in possesso di un reddito complessivo non superiore per l'anno 2011 a 2.840,51 euro. Possono essere considerati a carico il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; i figli, compresi quelli naturali, riconosciuti, gli adottivi, gli affidati e affiliati. Le agevolazioni valgono anche per altri familiari, se convivono con il contribuente o ricevono da quest'ultimo un assegno alimentare non risultante da provvedimenti dell'Autorità giudiziaria. Rientrano tra gli altri familiari a carico i genitori (anche adottivi), fratelli e sorelle, discendenti dei figli, coniuge separato, generi, nuore, suoceri e ascendenti prossimi

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Persona fisica | Autorità giudiziaria |