Parole chiave

Buy-back

Il termine «buy-back» significa «riacquisto». In finanza si utilizza per descrivere un’operazione in cui un’azienda ricompra sul mercato le azioni o le obbligazioni proprie. L'intento del buy-back su azioni è quello di gratificare il mercato, restituendo denaro agli azionisti o aumentando il valore dei titoli. Nel caso di un buy-back di titoli del debito pubblico da parte dello Stato utilizzando l’ampia liquidità l’obiettivo è invece di ridurre debito circolante in una strategia più ampia di riduzione del debito anche tramite il ricorso al fondo di ammortamento. Secondo le indicazioni del Tesoro quest’anno il debito/Pil dovrebbe ridursi per la prima volta dal 2007

Ultimo aggiornamento 09 agosto 2017

Ultime notizie su Buy-back

    Fca vuole la sua banca negli Usa. Santander pronto a battere cassa

    Fca apre il dossier banca. Chiusa l'operazione Magneti Marelli, con un maxi incasso di 6,2 miliardi di euro atteso per il prossimo anno, e archiviato, almeno per il momento il capitolo delle cessioni, il gruppo guidato da Mike Manley, secondo indiscrezioni, avrebbe ora avviato in modo più concreto

    – di Marigia Mangano

    Per i colossi del web un tesoro da 425 miliardi, sei volte Piazza Affari

    I giganti del web e del software, censiti da R&S-Mediobanca, sono 21: rappresentano poco meno del 5% del giro d'affari e dell'occupazione dell'insieme delle 397 multinazionali del data-base, ma in Borsa pesano per circa un quinto della capitalizzazione totale delle quasi 400 società considerate:

    – di Antonella Olivieri

    Axa rivede il piano: più cedole ai soci

    A pochi giorni dal nuovo piano industriale di Generali arriva l'aggiornamento del business plan di Axa. In occasione dell'Investor Day, la compagnia francese ha aggiornato i target finanziari del progetto "Ambition 2020" mettendo sul piatto cedole più ricche per i propri azionisti, complice una

    Vivendi scatta a Parigi dopo ricavi trimestrali oltre le attese con Umg

    Vivendi in evidenza alla Borsa di Parigi con uno dei maggiori rialzi del listino, dopo l'annuncio del fatturato al 30 settembre superiore alle attese, sulla spinta della controllata Universal Music Group. I titoli del gruppo francese, primo azionista di Telecom Italia, hanno sfiorata quasi un +5%

    – di Giuliana Licini

    Exor, il buy back e i 23 miliardi bruciati dal «listino Agnelli»

    Exor, la holding della famiglia Agnelli, ha annunciato ieri un buy back di 300 milioni. La scelta, quanto a tempi e modalità, non è fatto casuale. Due numeri aiutano a capire il perché: il 35% a cui è arrivato ormai lo sconto sul Nav a cui tratta la holding (Nav); il "costo"di 23 miliardi che la

    – di Marigia Mangano

    Exor lancia buy back da 300 milioni

    Exor, la holding della famiglia Agnelli, ha varato un nuovo programma di riacquisto di azioni proprie fino a 300 milioni di euro. La cifra è pari al50% del dividendo straordinario che la società si aspetta di ricevere da Fca dopo la chiusura della vendita di Magneti Marelli, prevista nel primo

    Allianz batte le stime sugli utili (+24%) e conferma gli obiettivi per il 2018

    Il gruppo Allianz nel terzo trimestre dell'anno ha registrato un utile netto in rialzo del 24% a 1,94 miliardi dagli 1,57 di un anno prima e oltre le attese di 1,8. In crescita anche l'utile operativo del 20,6% a quota 2,9 miliardi di euro, con ricavi complessivi per 30,5 miliardi (+1,9 %). I dati

    Toyota: +16% utile semestre a 1.242 miliardi di alza stime per l'anno

    Toyota chiude il primo semestre con utili per 1.242 miliardi di yen, in crescita del 16% rispetto allo stesso semestre dello scorso anno. Il giro d'affari della casa automobilistica è cresciuto del 3,4% annuo a 14.674 miliardi di yen in linea con la nuova stima di ricavi annui salita a 29.500

    La Cina teme altri dazi Usa e lo yuan cade ai minimi da 10 anni

    La guerra commerciale innescata tra Stati Uniti e Cina sta già facendo danni. E non solo per i due Paesi direttamente coinvolti. Il dato sul Pil dell'Eurozona del terzo trimestre diffuso oggi - con una crescita dell'1,7% contro il +1,9% atteso, segnando il tasso di crescita trimestrale livello più

    – di Vito Lops

1-10 di 538 risultati