Parole chiave

Bundesbank

È la banca centrale della Germania. Fondata nel 1957 al posto della bank Deutscher Länder (che aveva introdotto il marco tedesco nel 1948), ha sede a Francoforte, come la Banca centrale europea. Nel corso degli anni si è guadagnata una grande credibilità per la sua indipendenza e per la capacità di tenere sotto controllo l'inflazione e di garantire una moneta forte e stabile come il marco. Attualmente fa parte dell'Eurosistema come le altre 16 banche centrali dell'area euro. Il suo presidente è Jens Weidmann, che ha preso il posto del dimissionario Axel Weber. Ha avuto un ruolo fondamentale nella creazione della Banca centrale europea.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Moneta forte | Bce | Jens Weidmann | Bundesbank | Germania | Deutscher Länder | Eurosistema |

Ultime notizie su Bundesbank

    Inflazione: l'Eurozona fa quadrato, niente allarmi. Ma per la Fed l'aumento non è transitorio

    Preoccupa di più la variante Omicron o l'inflazione al 4,9% a novembre, dopo 4,1% a ottobre nell'area euro? In realtà l'una e l'altra preoccupano, ma i responsabili politici europei e la Bce non ritengono sia arrivato il momento dell'allarme né per gli effetti della prima sull'economia né sul pericolo che la crescita dei prezzi sfugga al controllo. Un secondo interrogativo deriva dall'annuncio del presidente della Federal Reserve Jerome Powell che al Senato americano ha dichiarato: "E' il momento...

    – Antonio Pollio Salimbeni

    La Bundesbank volta pagina (forse)

    Tra i primi compiti del nuovo governo che tra qualche settimana si insedierà in Germania ci sarà la nomina del nuovo presidente della Banca centrale tedesca, quella Bundesbank, che nonostante sia ormai parte della Banca centrale europea, mantiene un ruolo di primo piano e una grande autorevolezza nel campo della politica economica e monetaria europea. Giustificate ufficialmente da motivi personali le dimissioni dell'attuale presidente, Jes Weidmann, possono tuttavia essere spiegate da due elemen...

    – Gianfranco Fabi

    La linea Bce dà spazio ai governi per riformare le regole di bilancio

    La conferma che la Bce procederà a passi molto felpati e manterrà la politica monetaria espansiva ancora a lungo nonostante una spinta inflazionistica - prossimamente in ulteriore aumento - destinata a durare più a lungo rispetto a quanto previsto, consolida lo spazio politico a disposizione dei governi Eurozona per riformare le regole di bilancio. D'altra parte i binari della prima e dei secondi devono continuare a procedere paralleli com'è logico che sia: sia pure con minore intensità e con un...

    – Antonio Pollio Salimbeni

    Il dopo Weidmann, la scelta del sostituto e lo zoo di Berlino

    L'uscita di un falco può avere l'effetto di un canarino in una miniera. E' il riassunto di quello che potrebbero rappresentare le dimissioni a sorpresa del presidente della Bundesbank Jens Weidmann sul consiglio della Bce. Poiché si apre un periodo delicato per le decisioni di politica monetaria, il

    – di Donato Masciandaro

    Chi è Weidmann, il falco che sorride, presidente dimissionario della Bundesbank

    Weidmann potrebbe essersi dimesso dalla presidenza della Bundebank per una crescente difficoltà nel conciliare le sue posizioni, spesso molto rigide a difesa dell'indipendenza della Bce dalle politiche di bilancio, con la politica monetaria della Banca centrale europea soprattutto in prospettiva nella fase post-pandemica

    – di Isabella Bufacchi

    Weidmann lascia la Bundesbank dopo 10 anni: «E' ora di voltare pagina»

    A sorpresa, il presidente della Bundesbank Jens Weidmann ha deciso di dimettersi dopo dieci anni alla guida della banca centrale tedesca. Il 53 enne ha chiesto al presidente della Repubblica federale Frank-Walter Steinmeier di essere sollevato dal suo incarico alla fine dell'anno, ha comunicato la

    – di Isabella Bufacchi

1-10 di 2289 risultati