Parole chiave

Bund

Sono i titoli di Stato decennali della Germania emessi per finanziare la spesa pubblica del Paese. Le obbligazioni tedesche - Bundesanleihen - vengono utilizzate, per la loro solidità e affidabilità, come riferimento dei titoli emessi dagli altri Paesi europei. Il differenziale rispetto ai rendimenti dei bund, lo spread, misura infatti il grado di fiducia degli investitori. Più lo spread sale, più lo Stato in questione è percepito come rischioso. I rendimenti dei titoli di Stato a sei mesi tedeschi sono scesi, con la crisi del debito, in territorio negativo

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Titoli di Stato | Titolo di Stato |

Ultime notizie su Bund

    Europa chiude poco mossa. A Piazza Affari occhi puntati su Mediobanca +2,8%

    Gli investitori aspettano novità sul fronte commerciale, mentre continuano i preparativi per l'incontro tra Stati Uniti e Cina fissato per inizio ottobre. I bancari sono apparsi contrastati, con lo spread tra BTp e bund salito in area 145 punti base. Intanto resta alto il prezzo del petrolio.

    – di Flavia Carletti

    Effetto Conte bis, il calo dello spread regala 2,4 miliardi alle banche

    Dal giorno della mozione di sfiducia della Lega il differenziale tra BTp e Bund è sceso di 100 punti. ... Sta di fatto che il drastico calo dello spread tra BTp e Bund sta regalando alle banche italiane un vero e proprio toccasana: solo per le prime cinque, secondo i calcoli effettuati dal Sole 24 Ore sui dati delle stesse banche, dal 9 agosto scorso il ribasso dello spread si è tradotto in una sorta di aumento di capitale "virtuale" pari a circa 2,4 miliardi di euro.

    – di Morya Longo

    Sprint banche lancia i listini Ue, Milano (+0,82%) sopra 22mila

    Gli indici europei hanno chiuso in rialzo, con Milano tra le migliori, dopo che la Fed ha tagliato ancora i tassi e la Bce ha lanciato la prima delle nuove aste del Tltro III. Acquisti sui bancari, che hanno registrato la performance migliore del Vecchio Continente. Spread stabile a 139 punti

    – di C. Di Cristofaro e S. Arcudi

    Riparte l'Imu-Tasi unificata: da tagli e bonus 5 miliardi

    L'unificazione di Imu e Tasi rientra ufficialmente nel pacchetto fiscale della manovra insieme con il taglio del cuneo. L'indicazione arriva dal viceministro all'Economia Antonio Misiani (Pd), che conferma anche i dubbi sull'estensione a 100mila euro del forfait al 15% già previsto per le partite Iva

    – di Marco Rogari e Gianni Trovati

    Così la scissione di Renzi può far risalire la tensione sullo spread

    Nonostante le rassicurazioni dell'ex premier, la mossa è stata letta come potenzialmente destabilizzante per gli equilibri del neonato governo giallo-rosso e quindi in grado di risvegliare il "rischio Italia" secondo Elliot Hentov, capo della divisione Policy and Research di State Street Global Advisors

    – di Andrea Franceschi

    Art Berlin ancora alla ricerca di un'identità

    Con i suoi 8.000 artisti che ci vivono e le circa 400 gallerie è la seconda città per la produzione dell'arte contemporanea dopo New York, eppure la fiera non decolla

    – di Silvia Anna Barrilà

    Dal rincaro temporaneo del greggio impatto modesto su crescita e inflazione

    Ci mancava solo lo shock petrolifero. Un «crudo risveglio», come scrivono gli economisti di Citigroup. In un'economia globale che frena, con le banche centrali che cercano di ravvivarla in tutti i modi, il super-rincaro del greggio sembra arrivare come il colpo di grazia. Inaspettato. Violento. E,

    – di Morya Longo

1-10 di 7066 risultati