Parole chiave

Brexit

La parola si riferisce al referendum indetto per chiamare il popolo britannico ad esprimersi sulla volontà di restare o meno nell'Unione europea (da "Britain", Gran Bretagna e "Exit", uscita). Il referendum, tenutosi il 23 giugno 2016, si è concluso con la vittoria del fronte favorevole all'uscita (52%). La messa in pratica della volontà dei cittadini britannici non sarà immediata, occorrono infatti circa 2 anni per negoziare il nuovo status come prevede l'articolo 50 del Trattato Ue. Theresa May con un emendamento alla Withdrawal Bill (o Repeal Bill), la legge quadro sul divorzio dall'Ue ha poi fissato la data dell’uscita per venerdì 29 marzo 2019, alle ore 23.

Ultimo aggiornamento 10 novembre 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Normativa europea | Gran Bretagna | Fronte favorevole | Unione Europea |

Ultime notizie su Brexit

    Dimenticare in fretta l'amaro calice

    Le ripercussioni dell'emergenza coronavirus, dopo le difficoltà provocate sia dalla politica di Donald Trump sui dazi sia dalla Brexit. E' una concomitanza di fattori che può trasformare il 2020 nell'annus horribilis del vino Made in Italy. Le nostre aziende fanno i conti con la crisi e cercano di prefigurare gli scenari futuri. Partendo dal mercato cinese, che inizia a dare segnali di ripresa

    – di Fernanda Roggero

    Dominic Raab, l'ultrà della Brexit catapultato a Downing Street

    E' una svolta imprevista e improvvisa per un politico estremamente ambizioso ma che finora non si è trovato in prima linea e che anche in Gran Bretagna è conosciuto soprattutto come un ardente sostenitore di Brexit. ... Ultrà della Brexit ... Nel luglio 2018 la premier May lo aveva scelto come responsabile di Brexit dopo le dimissioni di David Davis, ma era durato solo quattro mesi.

    – di Nicol Degli Innocenti

    La prova d'appello finale del Labour party si chiama Keir Starmer

    Boris Johnson è su questo fronte un'ameba multiforme, che ha cavalcato la destra del partito per fare prevalere la Brexit, per poi scaricarla ideologicamente, sconfessando 40 anni di cultura economica conservatrice, per lanciarsi in un piano di spese pubbliche senza precedenti.

    – Marco Niada

    Londra, dopo-Corbyn: Starmer, un europeista alla corte dei laburisti

    57 anni, è stato il responsabile di Brexit del partito, da sempre filo-europeista e favorevole a un secondo referendum ... Starmer, 57 anni, è stato finora il responsabile di Brexit del partito, da sempre filo-europeista e favorevole a un secondo referendum per evitare l'uscita della Gran Bretagna dalla Ue. ... Il nuovo leader dovrà tenere testa a Johnson e presentare politiche e scelte chiare dopo le titubanti incertezze di Corbyn su Brexit, ma dovrà anche dimostrare di poter collaborare con il...

    – di Nicol Degli Innocenti

    Gran Bretagna, cittadini europei intrappolati tra Brexit e coronavirus

    L'emergenza coronavirus ha fatto passare tutto in secondo piano, Brexit compresa, ma rischia di avere un impatto negativo sui cittadini europei che ancora non hanno ottenuto il diritto di residenza permanente in Gran Bretagna. ... Secondo the3Million, associazione che rappresenta i cittadini Ue in Gran Bretagna, è una «strana coincidenza» che l'impennata sia avvenuta proprio il mese dopo Brexit. ... E' stretta Brexit per gli avvocati: poche chance dai negoziati

    – di Nicol Degli Innocenti

1-10 di 6664 risultati