Parole chiave

Brexit

La parola si riferisce al referendum indetto per chiamare il popolo britannico ad esprimersi sulla volontà di restare o meno nell'Unione europea (da "Britain", Gran Bretagna e "Exit", uscita). Il referendum, tenutosi il 23 giugno 2016, si è concluso con la vittoria del fronte favorevole all'uscita (52%). La messa in pratica della volontà dei cittadini britannici non sarà immediata, occorrono infatti circa 2 anni per negoziare il nuovo status come prevede l'articolo 50 del Trattato Ue. Theresa May con un emendamento alla Withdrawal Bill (o Repeal Bill), la legge quadro sul divorzio dall'Ue ha poi fissato la data dell’uscita per venerdì 29 marzo 2019, alle ore 23.

Ultimo aggiornamento 10 novembre 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Normativa europea | Gran Bretagna | Fronte favorevole | Unione Europea |

Ultime notizie su Brexit

    Piazza Affari? Una buona opportunità anche grazie al trading sullo spread

    Il mercato italiano? Rappresenta una buona opportunità di investimento, anche con la forte volatilità che la contraddistingue. Parola di ActivTrades, il broker britannico indipendente online specializzato nella negoziazione di Forex e Cfd, fondato in Svizzera nel 2001 e trasferito a Londra nel 2005

    – di Stefania Arcudi

    Borse, pesa stallo dialogo Usa-Cina. A Piazza Affari (-0,2%) Juventus ancora in rally

    I timori per il difficile andamento dei negoziati sui dazi tra Usa e Cina e il «giallo» sulla cancellazione, poi smentita, degli incontri tra i due Paesi hanno messo il freno alle Borse europee, che hanno chiuso la seduta intorno alla parità, con la sola eccezione di Madrid (leggi qui i principali

    – di Andrea Fontana ed Enrico Miele

    Davos, il mondo rallenta e dopo l'Fmi anche Ue e Ocse verso il taglio delle stime del Pil italiano

    Gurrìa ha però sdrammatizzato la polemica sulle scelte dell'attuale governo e sull'osservazione, avanzata dal Fondo monetario internazionale, che l'Italia sia uno dei rischi per lo scenario di crescita globale assieme a Brexit, alla guerra dei... Ovviamente ci sono tanti i rischi all'orizzonte anche se il direttore generale del Fmi Christine Lagarde ha escluso rischi di recessione per l'economia globale: sono considerate due bombe a orologeria da disinnescare "immediatamente" sia una Brexit...

    – Vittorio Da Rold

    Il rischio di un'Europa orfana di Berlino

    Il quinto elemento a Berlino è il vuoto di idee su Brexit, tuttavia, qualunque sarà l'esito, la porta sarà tenuta aperta per cooperare con il Regno Unito.

    – di Carlo Bastasin

    Più ricavi per easyJet, ma il caso-droni pesa sui conti

    Parlando di Brexit, easyJet ha detto di essere preparata all'evento avendo registrato 130 aeromobili in Austria e avendo a disposizione in Europa materiale di ricambio per gli aerei, oltre all'eventuale trasferimento delle licenze dei piloti ed equipaggio da introdurre prima della uscita della Gran Bretagna dalla Ue il 29 marzo.

    – di Mara Monti

    Quando i territori diventano spazi di convivenza

    Da mettere in agenda per le prossime elezioni europee: Brexit docet, fibrillazioni a ovest, a est e a sud nel Mediterraneo, con tanto di sindrome da invasione per 49 profughi in mezzo al mare.

    – di Aldo Bonomi

    Di Sibio (Ey) : «Non sono pessimista sulla crescita. L'Italia punti su innovazione»

    L'Europa farà leva sulla sua "resilienza', non ci sarà una "hard Brexit", Usa e Cina si accorderanno sul commercio. ... Ci sono molte questioni geopolitiche che dobbiamo risolvere se vogliamo spingere la crescita mondiale, come le tariffe, la guerra commerciale tra Usa e Cina, Brexit. ... Brexit è «una situazione differente. Noi pensiamo che non ci sarà una hard Brexit, prevarrà la ragione e si troverà un qualche accordo.

    – di Giuliana Licini

    Dilemma Brexit, ovvero fino a che punto arriva l'autolesionismo

    ...Bretagna con la Brexit. Ma lo scostamento tra quanto desiderato e quanto ottenuto finora chiama in causa, prima ancora che la debolezza del governo britannico nella trattativa con l'Unione europea, le responsabilità politiche dei promotori del referendum sulla Brexit...

    – Andrea Festa

    Bmw e Mercedes, nuovi rumors su un'alleanza dopo il patto tra Volkswagen e Ford

    L'annuncio al Salone di Detroit con tanto di storica stretta di mano fra i due ceo James Hackett di Ford e di Herbert Diess di Vw, visto che saranno loro a gestire la collaborazione che consentirà ai due Gruppi di unire le rispettive forze per affrontare al meglio le grandi fide dei prossimi anni,

    – di Corrado Canali

1-10 di 5250 risultati