Parole chiave

Brexit

La parola si riferisce al referendum indetto per chiamare il popolo britannico ad esprimersi sulla volontà di restare o meno nell'Unione europea (da "Britain", Gran Bretagna e "Exit", uscita). Il referendum, tenutosi il 23 giugno 2016, si è concluso con la vittoria del fronte favorevole all'uscita (52%). La messa in pratica della volontà dei cittadini britannici non sarà immediata, occorrono infatti circa 2 anni per negoziare il nuovo status come prevede l'articolo 50 del Trattato Ue. Theresa May con un emendamento alla Withdrawal Bill (o Repeal Bill), la legge quadro sul divorzio dall'Ue ha poi fissato la data dell’uscita per venerdì 29 marzo 2019, alle ore 23.

Ultimo aggiornamento 10 novembre 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Normativa europea | Gran Bretagna | Fronte favorevole | Unione Europea |

Ultime notizie su Brexit

    L'export ancora decisivo per le Pmi delle Marche

    Al Convegno Confindustria-Audi di Montelabbate le prospettive delle imprese del territorio. Tardini (Piccola Industria Marche): è stata l'ancora di salvezza in questi anni di crisi. Fabrizio Longo (direttore di Audi Italia ), Carlo Robiglio (presidente della Piccola Industria di Confindustria) e Fabiana Scavolini (ad di Scavolini) a confronto

    – di Michele Romano

    Stefano Ricci si espande in Oriente. E potrebbe aprire il capitale a nuovi soci

    Stefano Ricci è stato uno dei primi marchi italiani di moda ad aprire un negozio in Cina, più di 26 anni fa, e anche adesso che sui mercati mondiali si moltiplicano i fattori d'incertezza - dai dazi alla Brexit fino agli scontri a Hong Kong e alle altre criticità economico-sociali – il brand fiorentino di abbigliamento maschile di lusso che esporta il 95% continua a guardare a Est.

    – di Silvia Pieraccini

    Dai quadri ai cocktail ai negozi, è tutto profumato

    In una sala della Cité du Cinema di Parigi, completamente rivestita di "Brexit blue", è stato diffuso nell'aria l'odore del potere: sangue, soldi e benzina.

    – di Nicoletta Polla Mattiot

    Ecco perché l'Europa unita rimane divisa tra est e ovest

    Ma le crisi di questo decennio e quindi la Brexit hanno trasformato l'ottimismo dell'integrazione nel pessimismo della disintegrazione ... Però, le crisi multiple di questo decennio e quindi la Brexit hanno trasformato l'ottimismo dell'integrazione nel pessimismo della disintegrazione.

    – di Sergio Fabbrini

    Gilet gialli un anno dopo: molto rumore per (quasi) nulla

    La risposta di Emmanuel Macron all'ampio movimento che ha dominato le cronache per settimane ha mostrato pochi cedimenti alle richieste dei manifestante: il presidente ha piuttosto colto l'occasione per correggere la sequenza sbagliata delle proprie riforme venendo incontro alla classe media e la Francia della provincia. Elevato il costo umano, molti i danni.

    – di Riccardo Sorrentino

    Borse in slalom tra Ilva e dazi Lente sull'industria italiana

    Il resto degli indici ha perso qualche punto o frazione, con Hong Kong (-5,5%) penalizzata dalle tensioni con la madrepatria cinese, la stessa Shanghai (-2,5%), affossata dalle incertezze sui dazi e Londra (-0,9%), in preda alla Brexit.

    – di Marzia Redaelli

    Gran Bretagna, così Brexit ha portato la paura in campagna elettorale

    Le spaccature in Parlamento e nel Paese legate all'uscita dall'Unione Europea hanno creato un clima di alta tensione in cui i candidati di tutti i partiti vengono insultati, minacciati o aggrediti: tanto che la polizia ha pubblicato delle linee guida per la loro protezione

    – di Nicol Degli Innocenti

    Voto tattico per frenare Brexit, Gina Miller lancia una nuova battaglia

    A meno di un mese dalle elezioni britanniche del 12 dicembre app e siti dedicati stanno spuntando come funghi per indirizzare e aiutare gli elettori a votare in modo "giusto" e contenere i Tories. Tra questi anche Remain United dell'attivista Gina Miller

    – di Nicol Degli Innocenti

1-10 di 6290 risultati