Parole chiave

Brent e Wti

Il petrolio Brent, scambiato alla Borsa merci di Londra, il London international petroleum exchange, è il riferimento mondiale per il mercato del greggio - è il più venduto in Asia - e determina il 60% del prezzi sul mercato. Il prezzo è condizionato dai costi di trasporto.

Il petrolio Wti (o West Texas Intermediate detto anche Texas light sweet), è quello americano, viene trasportato via oleodotto, ed è il parametro di riferimento per i contratti scambiati al Nymex (New York Mercantile Exchange).

Ultimo aggiornamento 02 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Prezzi e tariffe | Prezzo | Brent | Nymex | Texas |

Ultime notizie su Brent e Wti

    Seduta di tregua per le Borse europee, schiarita su dazi Usa-Cina

    Seduta positiva per le Borse europee, che hanno chiuso in buon rialzo, anche se sotto i massimi di giornata (Parigi +1,58%, Francoforte +1,55%, Madrid +1,18% e Londra +1,6% circa). Bene anche Piazza Affari (+0,98%). Messo per il momento in secondo piano il caos Brexit e il caso Huawei, l'ago della

    – di Chiara Di Cristofaro e Stefania Arcudi

    Petrolio, l'Opec perde il Qatar (ma guadagna un aiuto dal Canada)

    L'Opec perde il Qatar, un membro storico dell'Organizzazione degli esportatori di greggio, ma guadagna un'insperata collaborazione dal Canada, che - sia pure senza coordinarsi con l'Opec stessa - contribuirà a ridurre il surplus di petrolio con un consistente taglio di produzione.

    – di Sissi Bellomo

    Europa prudente, torna in scena la paura dazi. Piazza Affari -0,43%

    Piazza Affari, che ha cambiato direzione più volte , ha chiuso in modesto calo (-0,43%) complice anche l'andamento incerto di Wall Street. Anche le altre Borse europee hanno finito in discesa (Parigi -0,24%, Francoforte -0,4%, Madrid -0,05% e Londra -0,2% circa) una seduta incerta, orientata dalle

    – di Chiara Di Cristofaro e Stefania Arcudi

    Petrolio, speculatori alla finestra: la Russia semina dubbi sui tagli

    La Russia semina incertezza sui mercati petroliferi e gli hedge funds, in attesa del vertice dell'Opec Plus, si sono messi alla finestra: con le liquidazioni della settimana scorsa l'esposizione iper-rialzista è scomparsa, cedendo il posto a un'orientamento considerato neutro.Su Brent e Wti le

    – di Sissi Bellomo

    Petrolio a picco dopo stime Opec. Carige torna agli scambi e crolla del 50%

    Chiusura in rialzo per le Borse europee sulla scommessa che si profili all'orizzonte un accordo tra Stati Uniti e Cina sul fronte del commercio internazionale, in vista del G20 in Argentina, quando si incontreranno il presidente americano, Donald Trump e quello cinese, Xi Jiping. Il Segretario al

    – di Eleonora Micheli

    Petrolio, i sauditi aprono a taglio produzione. Brent e Wti rimbalzano

    La produzione mondiale deve essere ridotta di un milione di barili al giorno. Lo ha detto il ministro dell'Arabia Saudita, Khaled al-Falih, riportando i risultati di un'analisi tecnica che ha mostrato la necessità di bilanciare il mercato. Il giorno prima, Faleh ha annunciato in un incontro tra

    Piazza Affari chiude la settimana a +3,8%. Sullo spread si allenta la tensione

    Chiusura in rialzo per le Borse europee (segui qui i listini), che tuttavia hanno bruscamente frenato sul finale, risentendo dell'andamento debole di Wall Street. Sul mercato Usa ha pesato il crollo di Apple, i dubbi su un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina, il deficit commerciale salito

    – di Eleonora Micheli

    Piazza Affari svetta con lo spread sotto 300. Petrolio ai minimi da 7 mesi

    Chiusura contrastata per le Borse europee, che hanno registrato un andamento volatile per il clima festivo per Ognissanti. Nonostante Wall Street abbia continuato a recuperare terreno per la terza seduta consecutiva, gli investitori hanno puntato i riflettori sul petrolio, che si è addirittura

    – di Eleonora Micheli

    Piazza Affari (+0,2%) in coda all'Europa, spread in calo a 305

    Chiusura in vivace rialzo per le Borse europee, incoraggiate anche dal recupero di Wall Street. Milano, tuttavia, è rimasta indietro, con il FTSE MIB in rialzo solamente dello 0,27%. Piazza Affari ha risentito dei dati macro deludenti: dopo quello sul pil del terzo trimestre di ieri, la cui

    – di Eleonora Micheli

    Piazza Affari in apnea, lo spread sale a 311. Wall Street chiude in rialzo

    Chiusura debole per le Borse europee con l'Italia che ancora una volta è fonte di preoccupazione visto che l'economia italiana nel terzo trimestre 2018 ha accusato una battuta d'arresto con crescita zero, ponendo fine a un periodo di espansione iniziato oltre tre anni fa. Il dato sul pil ha posto

    – di Eleonora Micheli

1-10 di 285 risultati