Parole chiave

Beni strumentali

Il termine «Beni strumentali» indica l’insieme di prodotti materiali e immateriali (come macchinari o computer) che le imprese utilizzano nei processi produttivi. Proprio l’acquisto di questa tipologia di beni beneficia degli incentivi introdotti dal Governo nel «Piano Industria 4.0», che comprende misure come iper e super ammortamento, Fondo di garanzia e Credito d’imposta

Ultimo aggiornamento 10 agosto 2017

Ultime notizie su Beni strumentali

    Cultura, con la manovra si torna ai tagli

    Dopo anni di risorse in crescita, per la cultura si ritorna ai tagli. Meno soldi per gli acquisti culturali dei 18enni, riduzione dei crediti d'imposta per il cinema e le librerie: una sforbiciata da oltre 25 milioni di euro. A ciò si aggiunge un giro di vite sugli stanziamenti per i musei

    – di Antonello Cherchi

    A settembre la produzione torna a frenare (-0,2%). Ma risale nel confronto annuale

    Il rimbalzo di agosto è stata solo una parentesi: la produzione industriale italiana si conferma in affanno e a settembre l'Istat stima un calo dell'indice destagionalizzato della produzione industriale dello 0,2% rispetto al mese precedente, confermando il trend di giugno e di luglio, interrotto

    – di Matteo Meneghello

    In settimana fari puntati su Borse, Pil dell'Eurozona e inflazione americana

    Archiviate le elezioni di medio termine negli Stati Uniti, i mercati finanziari tornano a concentrarsi sulle prospettive dell'economia. Il voto Usa, infatti, ha decretato un Congresso diviso (la Camera è passata ai democratici e il Senato è rimasto repubblicano) che potrebbe limitare i nuovi

    – di Marzia Redaelli

    Imu sugli ombrelloni, bagnini all'attacco. Le Entrate: riviste solo le rendite

    L'allarme arriva da Rimini: ci fanno pagare l'Imu anche sull'ombra, anzi sugli ombrelloni. Ne ha parlato a Radio24, al programma Uno, nessuno, 100Milan, il presidente di Oasi Confartigianato, Giorgio Mussoni. Come sempre in questi casi, la notizia ha fatto il giro del web. Ma cosa c'è di vero?

    – di Cristiano Dell'Oste e Giovanni Parente

    Istat: persiste la fase di debolezza del ciclo economico

    In Italia si evidenzia «la persistenza di una fase di debolezza del ciclo economico». Lo segnala l'Istat nella nota mensile sull'andamento dell'economia italiana in cui si sottolinea «l'ulteriore flessione» registrata «dall'indicatore anticipatore». Nella nota l'Istat evidenzia come «a ottobre la

    – di Al.Tr.

    Bonus ricerca perde 300 milioni. Investimenti 4.0, platea ristretta

    La relazione tecnica della legge di bilancio quantifica la riduzione del piano Impresa 4.0. La platea degli investimenti agevolabili con l'iperammortamento fiscale scende di 2 miliardi (da 12 a 10) e, considerando solo il primo anno di effetto finanziario, la spesa per lo Stato cala a 368 milioni

    – di Carmine Fotina e Marco Mobili

    Il Sud nella legge di bilancio c'è ma senza un'idea di sviluppo

    Qualche mese fa ci interrogavamo su questi pixel sulle intenzioni del Governo Conte in merito alle politiche di sviluppo per il Mezzogiorno. Già in quell'occasione avevamo registrato un atteggiamento della maggioranza teso a superare le politiche speciali per il Sud, come sottolineato dallo stesso Contratto di Governo, con l'intento manifestato di trattare allo stesso modo tutta la penisola. Un'idea non del tutto malvagia di per sé, se non fosse però che i ritardi dell'economia meridionale appa...

    – Francesco Bruno

    Legge di bilancio/Fisco/2

    Partite Iva con flat tax più ampia. Cedolare secca al 21% sugli affitti dei piccoli negozi.

    L'inflazione, quella eterna lotta contro il «caro-vita»

    L'inflazione viene definita come un aumento prolungato e generalizzato dei prezzi che porta alla diminuzione del potere d'acquisto della moneta. Per comprendere meglio, per esempio, potremmo immaginare di vivere in un'isoladove si producono 10 noci di cocco e vi sono 10 monete da 1 euro; il prezzo

    – di Marcello Frisone

    Crolla l'export extra-Ue. Male Usa, Cina, Russia e Turchia

    Il calendario non aiuta ma si tratta di una magra consolazione. La differenza di giorni lavorativi può spiegare solo in parte il brusco arretramente dell'export extra-Ue di settembre, preoccupante soprattutto perché corale, visibile con poche eccezioni nei principali mercati di sbocco. Su base

    – di Luca Orlando

1-10 di 1777 risultati