Parole chiave

Bancarotta fraudolenta

Disciplinato dall’articolo 216 della legge fallimentare è il reato commesso dall’imprenditore che, dichiarato fallito, ha occultato, dissimulato, distrutto o dissipato i suoi beni oppure, allo scopo di danneggiare i creditori, ha esposto o riconosciuto “debiti” inesistenti, sottratto, distrutto, falsificato, in tutto o in parte - con l’obiettivo di procurare a sé o ad altri ingiusto vantaggio o danneggiare i creditori - le scritture contabili o le ha tenute in modo da non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio o del movimento degli affari

Ultimo aggiornamento 03 maggio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Illeciti | Scritture contabili |