Parole chiave

Area edificabile

La Ctp di Reggio Emilia distingue tra «area edificabile di diritto» ed «area edificabile di fatto». La prima accezione riguarda l’area così attualmente qualificata in un piano urbanistico. Nella seconda categoria invece rientra il terreno che ha solo una vocazione edificatoria che potrebbe realizzarsi in futuro. Quest’ultima tipologia di area edificabile di fatto, non rileverebbe al momento dell’acquisto in quanto
non attuale.

Ultimo aggiornamento 14 maggio 2018

Ultime notizie su Area edificabile

    Imu alle stelle per i fabbricati rurali in costruzione

    Può un terreno agricolo, su cui è in corso la costruzione di un fabbricato rurale, trasformarsi in un'area edificabile, anche se solo temporaneamente? A questa domanda si sarebbe portati a rispondere (guidati dal buon senso) in modo decisamente negativo. Eppure è proprio quello che sta succedendo,

    – di Giorgio Gavelli e Gian Paolo Tosoni

    Dalle regioni un aiuto alla rinascita dei capannoni

    Si tratta di un processo in fase di sperimentazione. La riconversione di strutture esistenti è, almeno in teoria, di grande moda. Nella pratica però si scontra, se parliamo del patrimonio edilizio residenziale, con i limiti legati alla parcellizzazione della proprietà, che rende difficile imbastire

    – di Saverio Fossati e Giuseppe Latour

    Gli americani di Värde scommettono su Milano

    Dopo Porta Nuova e l'area post Expo, solo per citare alcune delle operazioni urbanistiche più importanti della città, Milano si dimostra ancora una volta capace di attrarre capitali esteri con un nuovo grande progetto di rigenerazione urbana, «Park West», che prevede la riqualificazione di circa

    – di Giovanna Mancini

    TASI 2017: saldo

    Adempimento: Scade oggi il termine per il pagamento del saldo, pari al 50% di quanto dovuto Soggetti: Sono tenuti all'adempimento coloro che possiedono o detengono, a qualsiasi titolo di fabbricati ed aree edificabili, fatta eccezione per i terreni agricoli e le abitazioni principali, escluse

    – Scadenziario

    Niente prelievo sul collabente privo di rendita

    I fabbricati collabenti, iscritti in catasto con la categoria F2, senza attribuzione di rendita, non sono soggetti a Ici né come fabbricati né come area fabbricabile. Tanto, finché non si procede alla competa demolizione dell'unità in esame. La precisazione è contenuta nella sentenza 23801/2017

    – di Luigi Lovecchio

    A Expo Real focus sull'Asia, vetrina per Demanio e Fs

    Oltre 1.900 espositori per l'edizione 2017 di Expo Real a Monaco, iniziata ieri e che si protrae fino a domani, con una presenza italiana sempre più organizzata. Rispetto ai 1.768 espositori del 2016, quello in corso si sta rivelando un evento di notevole successo: «La crescita riflette il forte

    – di Evelina Marchesini

    Piani made in Italy per i Paesi Baltici

    C'è un'anima italiana nel Rinascimento immobiliare delle Repubbliche Baltiche. In particolare a Tallinn, capitale dell'Estonia, e a Riga, capitale della Lettonia, stanno sorgendo nuovi quartieri con appartamenti luxury e strutture commerciali dai concetti innovativi. Artefice di questo rinnovamento

    – di Roberto Iotti

    Risanamento firma la joint venture con Lendlease

    E' stato raggiunto nella tarda serata di ieri l'accordo tra Risanamento e l'australiana Lendlease per creare una Joint Venture che dovrà sviluppare i lotti Sud (33.000 mq di aree edificabili all'interno del più ampio progetto Milano Santa Giulia) adiacenti al Complesso Sky. Aree sulle quali si può

    – di Paola Dezza

    Si pagano Imu e Tasi sui terreni agricoli?

    La Tasi è dovuta solo sui fabbricati e sulle aree edificabili, quindi sono sempre esclusi i terreni agricoli. Sono esentati dall'Imu, invece, i terreni agricoli degli imprenditori agricoli professionali o coltivatori diretti, quelli ricadenti in aree montane e quelli ubicati nelle isole minori.

    Chi deve pagare la Tasi?

    La Tasi è a carico sia del possessore che dell'utilizzatore di fabbricati e di aree edificabili (sono esclusi, quindi, tutti i terreni agricoli). Dal primo gennaio 2016 non è dovuta per le unità immobiliari destinate ad abitazione principale dal possessore, nonché dall'utilizzatore e dal suo nucleo

1-10 di 106 risultati