Parole chiave

Akp

È il Partito per la giustizia e lo sviluppo, in turco Adalet ve Kalkinma Partisi. Di orientamento islamico e conservatore è stato fondato nel 2001 dalla fusione tra più forze politiche. Alle elezioni del 2002 la formazione ha ottenuto il 34,3% dei consensi (ma il 66% dei seggi in Parlamento, grazie alla legge elettorale con sbarramento al 10%). Il suo presidente, Recep Tayyip Erdogan, è dal 2003 il primo ministro della Turchia

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Governo | Primo ministro | Recep Tayyip Erdogan | Turchia |

Ultime notizie su Akp

    Turchia Football Club: come Erdogan cerca di piegare il calcio alla ragion di stato

    Calcio e politica sono un binomio sempre più indissolubile nella Turchia del Sultano Erdogan. E' come se il patriottismo repubblicano di Kemal Atatürk si fosse trasformato, con il trascorrere degli anni, in un nazionalismo militante, la cui incarnazione più iconica e mediaticamente suggestiva è costituita dalle gesta e dalle prese di posizione dei calciatori. Il saluto militare dei giocatori della Nazionale al termine della partita vinta contro l'Albania, nelle stesse ore in cui si scatenava l'...

    – Marco Bellinazzo

    Turchia Football Club: come Erdogan cerca di piegare il calcio alla ragion di stato

    Calcio e politica sono un binomio sempre più indissolubile nella Turchia del Sultano Erdogan. E' come se il patriottismo repubblicano di Kemal Ataturk si fosse trasformato in un nazionalismo militante, la cui incarnazione più iconica e mediaticamente suggestiva è costituita dalle gesta e dalle prese di posizione dei calciatori

    – di Marco Bellinazzo

    Turchia, il miracolo economico sfuggito dalle mani di Erdogan

    «Chi conquista Istanbul, conquista la Turchia. Chi perde Istanbul, perde la Turchia». Durante la campagna elettorale di marzo, in cui si era speso in prima persona, il presidente turco Recep Tayyp Erdogan amava ripetere questo slogan. Alla fine Istanbul l'ha persa.Il suo candidato, l'ex premier

    – di Roberto Bongiorni

    Turchia, dal voto di Istanbul uno schiaffo alle ambizioni di Erdogan

    Ekrem Imamoglu, il candidato della coalizione di opposizione, ha nuovamente vinto le elezioni amministrative per la città di Istanbul. Il voto aveva assunto le caratteristiche di una sorta di referendum sulla popolarità del presidente Recep Tayyp Erdogan: il risultato è uno schiaffo alle ambizioni dell'uomo al potere in Turchia dal lontano 2002

    – di Roberto Bongiorni

    Istanbul, bruciante sconfitta per Erdogan. Rivince l'opposizione

    Bruciante sconfitta per Erdogan a Istanbul. Binali Yildirim, candidato del partito del presidente turco a sindaco della metropoli, ha riconosciuto la sconfitta dopo i primi dati che danno il candidato dell'opposizione Ekrem Imamoglu nettamente in testa con il 55% dei voti

    Istanbul torna a votare. Per Erdogan l'ombra di una nuova sconfitta

    Oggi in Turchia si vota. Anzi, si rivota. Sin dalle prime ore del mattino centinaia di migliaia di turchi hanno iniziato ad affluire nei seggi elettorali sparsi per Istanbul per scegliere il nuovo sindaco della metropoli turca più famosa al mondo. Non è solo un voto amministrativo. Comunque lo si voglia leggere, rappresenta una sorta di referendum sulla popolarità del presidente Recep Tayyip Erdogan

    – di Roberto Bongiorni

    Turchia, Borsa e lira in caduta dopo annullamento elezioni a Istanbul

    Borsa a picco e lira turca che scivola ai minimi da sette mesi sul dollaro. Sono gli effetti sui mercati della decisione con cui la Commissione elettorale suprema della Turchia ha annullato le elezioni amministrative che avevano sancito la vittoria dell'opposizione a Istanbul. Il listino di

    – di Roberto Bongiorni

1-10 di 467 risultati