Parole chiave

Agcm

Con il termine antitrust si definisce il complesso delle norme poste a tutela della concorrenza sui mercati economici. Tale complesso normativo realizza una tutela di carattere generale al bene primario della concorrenza impedendo che le imprese pregiudichino la regolare competizione economica adottando condotte che integrano intese restrittive o abusi di posizione dominante. L’autorità garante dellla concorrenza e del mercato (in sigla Agcm) è un’autorità amministrativa indipendente italiana istituita nel 1990: vigila contro gli abusi di posizione dominante e su intese o cartelli potenzialmente lesivi della concorrenza, controlla le operazioni di concentrazione, tutela i consumatori da pratiche commerciali scorrette.

Ultimo aggiornamento 29 ottobre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Consumatori | Abuso di posizione dominante |

Ultime notizie su Agcm

    Concerti, nuova istruttoria Antitrust su TicketOne: «Abuso di posizione dominante»

    TicketOne: «I nostri accordi monitoriati dall’Agcm» ... TicketOne ha operato negli ultimi 15 anni sulla base di accordi approvati e poi costantemente monitorati dall’Agcm mentre a partire dallo scorso anno il mercato si è ulteriormente aperto ad operatori di rilievo sia di respiro internazionale sia per l’affermarsi di una realtà nazionale risultante da una serie rilevante di acquisizioni ed integrazioni».

    – di Francesco Prisco

    Nava si è dimesso dalla Consob. Ma quante sono e cosa fanno le authority?

    L'autore di questo post è Corrado Griffa, manager bancario ed industriale (CFO, CEO), consulente aziendale in Italia e all'estero, giornalista pubblicista - Il mondo è complesso, e per renderlo un poco più complesso che cosa c'è di meglio che farlo controllare da una, anzi: tante e crescenti, "authority"? Che cosa sono, che cosa fanno (e/o non fanno), quanto costano e quante sono? E soprattutto, si coordinano fra loro nell'encomiabile compito di controllare come funzionano concorrenza, rispett...

    – Econopoly

    Tlc, Sim con servizi preattivati sono pratica sleale

    L'Agcm contestava alle due società di non avere previamente e adeguatamente informato i consumatori né riguardo al fatto che tali servizi fossero preimpostati e previamente attivati, né riguardo ai loro costi. ... Adito dalla Wind Tre e dalla Vodafone Italia, il Tribunale amministrativo regionale per il Lazio (Italia) ha annullato i provvedimenti dell'Agcm dichiarando che tali sanzioni rientravano nella competenza di un'altra autorità, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni («Agcom»).

    – della redazione Norme

    Oscuramento sito web estero: decade senza rogatoria e non permette la confisca

    Il sequestro di un sito internet estero, attuato attraverso un ordine di inibizione agli Internet service provider italiani (ISP),  deve essere revocato se la Procura della Repubblica titolare delle indagini non provvedere a disporre successivamente al sequestro apposita rogatoria nel paese ove è collocato il sito. Inoltre un sito internet, in ragione delle norme positive, non è assoggettabile a confisca. E' questa la ragione per la quale il Giudice delle Indagini preliminari di Roma il 4 ap...

    – Fulvio Sarzana

    Calcio in TV: esposto Codacons su Sky e DAZN

    La questione diritti televisivi nel calcio, in particolare in Serie A, passa nelle mani del Codacons che, come da comunicato ufficiale sul proprio sito web, presenterà un esposto all'Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza nei confronti di Sky e DAZN. L'accusa riguarda pratiche commerciali

    – a cura di Datasport

    Turismo, dal 1° luglio cambiano le regole per imprese e viaggiatori

    In vigore dal 1° luglio la nuova disciplina in materia di pacchetti turistici e servizi turistici collegati. Con il recepimento della direttiva Ue 2015/2302, attraverso il Dlgs n. 62 del 21 maggio 2018, si introducono infatti regole più stringenti a tutela dei consumatori e si attribuiscono

    – di Michele Carpagnano

    Diritti tv: ricorso di Mediapro respinto dal Tribunale, ora si va verso le assegnazioni per prodotto il 13 giugno

    Il Tribunale di Milano ha respinto il reclamo di Mediapro confermando la sospensione cautelare al bando per i diritti tv della Serie A della società spagnola. Il collegio di tre giudici ha confermato l'ordinanza del 9 maggio scorso del giudice Claudio Marangoni, che aveva di fatto annullato il bando accogliendo le istanze di Sky. Una settimana fa la Lega Serie A ha risolto per inadempienza il contratto con Mediapro per la commercializzazione dei diritti tv. "Leggiamo dalle motivazioni del giudi...

    – Marco Bellinazzo

    L'Antitrust blocca gli ultimi rincari delle compagnie telefoniche

    La tesi dell'Antitrust parte da due presupposti. Il primo: seppur a poca distanza dall'avvio dell'istruttoria (che è di metà febbraio) ci sarebbero prove già evidenti, quasi "in flagranza", dell'intesa che Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb, per il tramite dell'associazione di categoria Asstel,

    – di Andrea Biondi

    Secondary ticketing, il Tar del Lazio annulla la multa da un milione a TicketOne. Ecco la sentenza

    Il Tar del Lazio accoglie la richiesta di annullamento della multa da un milione emessa dall'Antitrust nei confronti di TicketOne, giudicata estranea da qualsiasi responsabilità nella vicenda secondary ticketing. Il giudice amministrativo ha sottolineato come non siano attribuibili alla controllata italiana di Cts Eventim in alcun modo fatti o negligenze atte a favorire il fenomeno del mercato secondario che resta un fenomeno totalmente separato e indipendente. «Abbiamo sempre dichiarato la no...

    – Francesco Prisco

    Il Tar Lazio annulla la sanzione di un milione di euro a Ticketone

    Il Tar del Lazio ha accolto la richiesta di annullamento del provvedimento emesso dall'Agcm (Autorità garante della concorrenza e del mercato ) nei confronti di TicketOne in quanto la stessa risulta estranea da qualsiasi responsabilità.

    – della redazione Norme

1-10 di 199 risultati