Parole chiave

Affidamento

L'istituto giuridico dell'affidamento tutela un soggetto dagli effetti di un atto di cui non poteva conoscere l'errore invalidante. Le esigenze di sicurezza e di certezza delle contrattazioni e del traffico giuridico impongono di valutare lo stato soggettivo e il grado di consapevolezza della persona che riceve la dichiarazione. Ogniqualvolta il destinatario ha avuto la possibilità di rendersi conto (secondo un criterio di ordinaria diligenza) dell'errore in cui fosse caduto il dichiarante ovvero della sua condizione di incapacità, il dichiarante stesso viene protetto, potendo far valere i vizi che invalidano l'atto. Al contrario, qualora il destinatario non fosse stato in grado di conoscere, secondo il criterio di ordinaria diligenza, i vizi dell'atto, essi non possono essere fatti valere. L'atto in questo caso rimane valido ed efficace, nonché vincolante per le parti

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Atto |