Parole chiave

Adeguata verifica

L’adeguata verifica della clientela è finalizzata a consentire al professionista di stabilire per chi sta “realmente” lavorando e a cosa sono finalizzate le prestazioni richieste, così da appurare se vi sia un rischio di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo. L’adempimento si sostanzia nell’identificazione e nella verifica dell’identità del cliente e di quello che deve essere considerato il titolare effettivo dell’operazione

Ultimo aggiornamento 31 maggio 2017

Ultime notizie su Adeguata verifica

    Assegni non trasferibili, non passa lo sconto su sanzioni e oblazioni

    Il dietrofront sulle maxisanzioni sugli assegni privi della clausola di non trasferibilità svanisce proprio all'ultimo miglio. Il Consiglio dei ministri di ieri ha approvato in via definitiva il decreto legislativo sull'accesso ai dati antiriciclaggio da parte delle autorità fiscali ma senza le

    – di Marco MobiliGiovanni Parente

    Professioni, si dimezzano gli alert antiriciclaggio

    Con la voluntary disclosure giunta a fine corsa nella sua seconda edizione, negli studi professionali si è spenta in automatico la "spia rossa" delle segnalazioni sospette antiriciclaggio. Questo anche se negli ultimi mesi sia in Europa che in Italia al professionista o, meglio, all'intermediario

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Criptovalute, Mef vuole registro operatori

    Censire e comprendere nei sui diversi aspetti il fenomeno delle valute virtuali in Italia è l'obiettivo dello schema di decreto ministeriale che da oggi è in consultazione pubblica sul sito del dipartimento del Tesoro del ministero dell'Economia e delle Finanze.

    – della redazione Norme

    Sull'Irap troppe modifiche e poco gettito

    Mentre con linizio del nuovo anno la nostra politica economica formula i suoi buoni propositi alla luce anche dell'imminente tornata elettorale, sarebbe opportuno, in tale scenario, un esame coraggioso e realistico delle scelte fiscali, sulla base dei risultati attesi e di quelli finora raggiunti.

    – di Giuseppe Napoli e Raffaele Vitale

    I bitcoin nell'agenda del prossimo G20

    Parigi mette nell'agenda del prossimo G20 il tema bitcoin: per il ministro delle Finanze francese Le Maire si tratta di una "risorsa speculativa che può dissimulare ogni tipo di attività illegale; è necessario esaminarlo e vedere come, insieme a tutti i Paesi del G20, possiamo regolarlo". Le

    – di Ferdinando M. Ametrano

    Scuola, un Decalogo insegna agli studenti a difendersi dalle fake news

    Condividi sul Web solo le notizie che hai verificato. Usa gli strumenti di Internet per verificare le notizie. Chiedi le fonti e le prove. Chiedi aiuto a persone esperte o a un ente davvero competente. Solo alcuni punti del Decalogo contro le fake news presentato oggi al liceo Visconti di Roma

    – di Vittorio Nuti

    Aggiornato l'elenco dei Paesi con «archivi trasparenti»

    L'Italia completa l'attuazione della direttiva europea sullo scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale. E' stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 agosto scorso il Dm Finanze 9 agosto 2017 che modifica gli allegati del decreto 28 dicembre 2015. Entrano così

    – di Valerio Vallefuoco

    Segnalazione immediata prima di eseguire l'incarico

    Le nuove regole antiriciclaggio per i professionisti, in vigore dal 4 luglio con il Dlgs 90/2017, hanno confermato lo schema del Dlgs 231/2007, ma con cambi nelle modalità di adempimento degli obblighi. L'adeguata verifica della clientela andrà fatta prima del conferimento dell'incarico e, in ogni

    – di Ranieri Razzante

    Confermato l'esonero per l'attività di difesa

    L'invio della segnalazione di operazioni sospette (Sos) dovrà attivarsi prima della stipula di atti negoziali da parte dei professionisti. E' la principale innovazione dell'articolo 35 del nuovo Dlgs 231/2007: prima di compiere l'operazione (non solo in movimenti e trasferimenti di mezzi di

1-10 di 165 risultati